Roma Champions Day. Romagna Mia vince il Premio Lydia Tesio

A Cantocorale il Premio Roma. Presente a Capannelle anche l'ambasciatore d'Ucraina in Italia
F. T. - 31 Ottobre 2022
Era stata annunciata come la grande festa autunnale del galoppo e così è stato. Complice anche un clima primaverile che ha invogliato migliaia di appassionati ad accorrere all’Ippodromo Capannelle, il Roma Champions Day ha rispettato le attese grazie allo straordinario spessore tecnico dei protagonisti delle sette corse in programma. Passione, colore, entusiasmo, emozioni, spettacolo, tutto in un indimenticabile pomeriggio ippico.
«In una giornata meravigliosa come quella di oggi – le parole di Elio Pautasso, Presidente di Federippodromi e Direttore generale Hippogroup Roma Capannelle -, le emozioni sono contrastanti. Se da una parte c’è la soddisfazione per la straordinaria riuscita del Roma Champions Day con i prestigiosi risultati tecnici ottenuti nei vari Premio Lydia Tesio, Roma, Berardelli, etc. etc., dall’altra esiste una concreta preoccupazione per la crisi energetica. Un problema che si sta facendo pressante, rendendo il nostro lavoro sempre più difficile, specie alla luce dei rincari folli di bollette e spese varie. Oggi quindi, nel celebrare l’importanza e la qualità dello spettacolo che offriamo all’ippodromo, lanciamo un appello che è anche un grido di dolore: se vogliamo evitare il rischio di chiudere tutto è fondamentale il sostegno delle istituzioni e del MIPAAF».
Presente all’Ippodromo Capannelle anche Yaroslav Melnyk, Ambasciatore d’Ucraina in Italia, che si è fatto promotore del progetto UNITED24. Si tratta di un’iniziativa del Presidente ucraino Volodymyr Zelensky, una piattaforma creata per raccogliere fondi a sostegno del popolo ucraino. I fondi raccolti verranno trasferiti sul conto della Banca Nazionale ucraina e spesi dai ministeri competenti per le esigenze più importanti del paese.
 

LE CORSE
Premio Guido e Alessandro Berardelli – Gr.III
Prova di forza dell’ospite tedesco Sirjan (Zarak), in testa sin dal via e mai avvicinato dagli avversari, tra i quali l’altro atteso della vigilia, The Blades, pagava negli ultimi metri l’ingrato compito di capeggiare gli inseguitori finendo per perdere la miglior piazza a scapito del compagno di allenamento Alf Moon.

Premio Umbria – Gr. III
L’assassino torna sempre sul luogo del delitto, così dopo il Tudini primaverile, Agiato (Bated Breath) porta a casa anche il corrispettivo autunnale, frutto di una micidiale stoccata nel furlong conclusivo che lasciava il resto della compagnia in lotta furibonda per le piazze. Il giudice d’arrivo – essendo indecifrabile il consueto fotofinish -, decretava runner-up Il SindacalistaRaifan al terzo posto, mentre Collinsbay e Ipompieridiviggiu si dividevano l’ultimo compenso.
Premio Lydia Tesio – GR. II

Romagna Mia (Mastercraftsman) spegneva nei pressi del traguardo il sogno di Sopran Basilea di siglare una storica doppietta, un duello entusiasmante che premiava la tenacia di Alberto Sanna nel sospingere l’allieva dei Di Dio a rimontare l’avversaria che ne aveva anticipato le mosse. Al terzo chiudeva la battistrada Lyrical davante alla tedesca Norge, mentre deludeva l’attesa Atomic Blonde.
Premio Ribot mem. Loreto Luciani – Gr. III
Sul luogo del delitto torna anche Rubaiyat (Areion) insieme al suo fido interprete Clement Lecoeuvre per bissare la vittoria dello scorso anno, seppur in differenti condizioni climatiche. Il portacolori della Darius Racing (al doppio in giornata) per il training di Henk Grewe, risolveva la contesa filtrando bene per linee interne nelle fasi conclusive. Alle sue spalle, Mordimi precedeva nell‘ordine Breughel e Some Respect.

Premio Roma Italian Champions – Gr. II
Esito a sorpresa, almeno per quello che erano le aspettative della vigilia, con la vittoria di Cantocorale (Helmet), il Blueberry agli ordini del magister Bruno Grizzetti, peraltro già vincitore qui in primavera del Repubblica a cui fece seguire a stretto giro il Milano, insomma non proprio l’ultimo arrivato. L’attesa era però tutta per Tempesti, il dormelliano runner-up nel recente Derby, il quale doveva cedere anche la piazza d’onore a favore di Sean, mentre See Hector chiudeva la cornice con il quarto posto.

EVENTI COLLATERALI

Grande successo anche per l‘edizione straordinaria del Mercato Contadino Roma e Castelli Romani con la Festa Celtica. Tantissime famiglie sono accorse a Capannelle ad aspettare l’imminente arrivo di Halloween con musica, street food contadino, pic-nic, market magico, artigianato, benessere e operatori olistici, workshop, degustazioni di prodotti della tradizione antica, laboratori e attività per grandi e bambini, ragazzi, adulti e tantissime curiosità dal mondo celtico.
ph.Domenico Savi

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti