Categorie: Sport
Municipi: ,

Roma-Fiorentina 4-1: settima sinfonia giallorossa

La banda Spalletti annienta la Viola e ribadisce di essere la squadra più in forma del momento

Roma-Fiorentina finisce 4-1: settima sinfonia giallorossa.

La banda Spalletti con un’ottima prestazione annienta la Viola e ribadisce al campionato di essere la squadra più in forma del  momento. E mette pressione al Napoli, per ora a soli due punti.

Doppietta di Salah, segnano anche El Shaarawy e Perotti. Palo di Totti nel finale. Per i viola solo un rigore di Ilicic nel recupero del primo tempo

romafiorentinaROMA (4-3-3): 25 Szczesny; 24 Florenzi, 44 Manolas, 2 Rudiger, 3 Digne; 15 Pjanic, 20 Keita, 4 Nainggolan; 11 Salah (86′ Dzeko), 8 Perotti (61′ Vainqueur), 22 El Shaarawy (76′ Totti)

A disp.: 1 Lobont, 26 De Sanctis, 13 Maicon, 5 Castan, 87 Zukanovic, 33 Emerson, 35 Torosidis, 6 Strootman, 48 Ucan, 14 Iago Falque. All.: Spalletti

FIORENTINA (4-2-3-1): 12 Tatarusanu; 32 Roncaglia, 2 Rodriguez, 13 Astori, 28 Alonso; 6 Costa, 8 Vecino (34′ Badelj); 72 Ilicic (67′ M.Fernandez), 20 B.Valero (29′ Tello), 10 Bernardeschi; 9 Kalinic

A disp.: 24Lezzerini, 4Tomovic, 23Pasqual, 16Blaszczykowski, 26Kone, 14M.Fernandez, 30

Le pagelle di Gianluigi Polcaro

Roma:

Szczesny 6,5: Ben piazzato sui pochi tentativi iniziali dei viola, nulla può sul rigore. Con i piedi è troppo disinvolto in un’occasione, ma sa far girare bene palla

Florenzi 7: Supporta sempre la manovra giallorossa e fa attenzione alla fase difensiva. Si galvanizza nell’ultima parte del match con alcune sgroppate delle sue

Manolas 7: Insormontabile sia nelle palle alte che negli anticipi e nei recuperi. Un difensore perfetto

Rüdiger 6,5; Balbetta, soprattutto nei rinvii, quando la pressione dei viola gli crea qualche problema, ma alla fine sa sempre come cavarsela

Digne 6: La sua spinta è continua, ma pecca troppo in fase difensiva. Si fa superare in velocità, soprattutto da Tello e poi deve cedere quando lo atterra in area causando il rigore

Pjanic 7,5: Finalmente una gara di grande qualità e personalità. Riesce a gestire palla e far ripartire l’azione, partecipando ottimamente anche al pressing. Inoltre sa trovarsi nel posto giusto al momento giusto con inserimenti e precisi passaggi-gol come quello per Salah che regala poi l’assist per il gol dell’1-0, e quello per la rete di Salah del 4-1

Keita 7,5: Il suo ruolo davanti alla difesa è prezioso per bloccare gli affondi dei viola ed impostare la manovra di ripartenza. Non perde mai palla e  sa infondere sicurezza ai compagni. Grandioso anche quando come un giovincello si avventa in pressing sugli avversari

Nainggolan 7,5: E’ l’anello di raccordo del centrocampo. Attacca, si inserisce, pressa e recupera palle preziose e pericolose. Tanto dinamismo e anche tanto nervosismo nel finale, ma ci sta, soprattutto quando vai a mille in una gara sentita

Salah 8: E’ da subito una spina nel fianco della difesa viola e, al primo vero errore di posizione della squadra di Sousa, affonda il colpo e piazza l’assist per la rete di El  Shaarawy. Ma non ci vuole molto che metta il sigillo del 2-0 con un tiro sporcato da Astori che supera Tatarusanu. Poi tanta corsa e anche tanto altruismo, con giocate finalmente al servizio della squadra. Implacabile nel segnare, lanciato a rete, il gol del 4-1. Gli ex compagni viola non lo dimenticheranno facilmente

(dal 85’ Dzeko) s.v.

Perotti 8: Gioca alla Totti, con passaggi illuminanti e giocate da campione, permettendo ai due “egiziani” di puntare la porta e gli spazi. Leader autentico, sa prodigarsi per la squadra presentandosi sempre nella zona di campo che serve. Segna il meritato gol del 3-0 e sbaglia nel finale un tiro da posizione centrale davanti al portiere. Esce per infortunio

(dal 62’ Vainqueur) 6,5: Giostra a supporto di Keita e non demerita. Tocca molti palloni e rompe trame senza dimenticare di proteggere la difesa

El Shaarawy 8: Ancora a segno il Faraone italiano, ma anche una prestazione meravigliosa fatta di corsa, inserimenti, assist e splendide giocate. Giocando in profondità è molto pericoloso e lui si sta inserendo con grande saggezza nel sistema spallettiano

(dal 76’ Totti) 6,5: Standing ovation per il rientro in campo del Capitano. Lui vuol dimostrare di essere ancora uno che conta e si mette subito a disposizione dei suoi. Molto dinamico in avanti, si va a cercare le palle e si procura una punizione dal limite che calcia splendidamente, ma il pallo gli nega la gioia del gol

All.:Spalletti 8,5: In poco tempo crea una meccanismo di squadra che forse in pochi si aspettavano. E arriva la settima vittoria consecutiva. La squadra gioca all’attacco ed è sparito quello sterile tiki taka. Tutti giocano per la stessa causa e a farne le spese è una diretta concorrente come la Fiorentina che viene schiantata sul tentativo di fare gioco. Un pressing totale che mette gli uomini di Sousa subito ko e la Roma domina

Fiorentina:Tatarusanu 5,5; Roncaglia 5, Rodriguez 5, Astori 4, Alonso 5,5; Vecino 5,5 (dal 33’ Badelj 5,5), Tino Costa 5; Bernardeschi 5,5, Borja Valero s.v. (dal 29’ Tello 6), Ilicic 5,5 (dal 67’ Mati Fernandez 5,5); Kalinic 5,5. All.:Sousa 5

Arbitro:Irrati 5: I suoi assistenti non lo supportano a dovere e nella prima parte non segnala mai i fuorigioco in cui incappano  gli attaccanti delle due squadre, ma solo la Roma riesce a beneficiarne. Per il resto sfodera tanti cartellini gialli che potevano essere evitati. Giusto il rigore concesso ai viola.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati