Romaison: riscoperta del patrimonio dalle sartorie e dei laboratori di costume romani

Dal 18 febbraio torna la programmazione online del progetto dedicato al rapporto tra moda e costume
Redazione - 16 Febbraio 2021

Dopo il successo della mostra ospitata al Museo dell’Ara Pacis nello scorso autunno, le videoproiezioni architetturali STREETVIEW, che hanno animato gli edifici simbolo della città, e la ricca programmazione web nel mese di novembre, dal 18 febbraio torna Romaison, il progetto di riscoperta del patrimonio rappresentato dalle sartorie e dai laboratori di Costume romani, fortemente voluto e supportato dalla Sindaca di Roma Capitale Virginia Raggi.

Un racconto inedito, articolato nella narrazione contemporanea digitale, configura Romaison come una piattaforma di ricerca e promozione, di studio, approfondimento e confronto, dedicata ai protagonisti, alle tecniche, alla creatività di una compagine artigianale unica. Dal profilo storico rappresentato dagli archivi di pezzi originali, fino all’attualità delle produzioni per scoprire la reciproca ispirazione, che lega il costume alla moda.

In attesa dei prossimi eventi, prosegue il palinsesto online, articolato in una serie di appuntamenti ospitati sui profili social. La prima serie di podcast e il ciclo di video interviste Encounters, avrà un focus su quegli elementi imprescindibili che, nel codice visivo e narrativo del film, costruiscono e rendono memorabile un personaggio: gioielli, trucco, parrucche, accessori, dettagli evocativi ideati, disegnati e realizzati sapientemente. I post fotografici con materiali d’archivio e contenuti originali offriranno una visita virtuale a quello straordinario museo diffuso che sono gli atelier romani. Continueranno anche incontri in diretta con costumisti, archivisti e personaggi attivi nell’ambito del costume e della moda.

Primo appuntamento giovedì 18 febbraio, con il podcast dedicato alla Fondazione Micol Fontana si ricostruirà la storia delle tre sorelle fondatrici dell’omonima maison e del legame strettissimo che le lega al cinema italiano e internazionale: dai favolosi abiti apparsi ne Le Amiche di Antonioni, all’iconico abito rosso di Grace Kelly nel Delitto Perfetto di Hitchcock.

Mercoledì 24 febbraio, per la prima delle video interviste Encounters, entreremo da Rocchetti e Rocchetti che da oltre un secolo realizza parrucche artigianalmente e trucco per lo spettacolo. Luigi Rocchetti, ultima generazione alla guida, racconterà degli esordi del laboratorio alla fine dell’Ottocento – con le realizzazioni per il teatro e per l’Opera di Roma – fino alla grandi produzioni cinematografiche, da Fellini a Lynch, Scorsese e tanti altri, alle collaborazioni realizzate nella moda, come quelle per Dior e Gucci.

Martedì 2 marzo sarà la voce di Aldo Signoretti a guidare il pubblico per il podcast dedicato all’incredibile mondo dell’hair styling e make up per il cinema, fondamentale per la ricostruzione di un’epoca e per la creazione di personaggi, diventati indimenticabili. Dalle acconciature di Apocalypto di Mel Gibson, alla recente collaborazione con Sorrentino, Signoretti è stato più volte premiato col David di Donatello e per tre volte candidato per il Premio Oscar.

Mercoledì 3 marzo alle 18.30, Alessandra Arezzi Boza, curatrice e storica della moda, considerata tra le più autorevoli creatrici di archivi di moda al mondo, dialogherà con Clara Tosi Pamphili curatrice di Romaison, del ruolo degli archivi come patrimonio storico tra istituzioni pubbliche e collezioni private, ma anche vero e proprio asset per le imprese.

La programmazione digital è visibile su:

Adotta Abitare A

INSTAGRAM  /  FACEBOOK @romaisonproject


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti