Romics, conclusa la XXI edizione

Foto, video e racconto dai padiglioni della nuova fiera di Roma
Aurora Fatano - 12 Aprile 2017

Si è conclusa anche quest’anno la ventunesima edizione del Romics. Dal 6 al 9 aprile la nuova fiera di Roma ha ospitato l’evento più atteso per gli amanti del fumetto, cinema e videogames.
Molti dei padiglioni della fiera hanno accolto collezionisti provenienti da tutta Italia alla ricerca di gadgets, videogames storici, vecchie serie di fumetti, fino ad arrivare ad accurate action figures dei personaggi più celebri del mondo fantasy.

Presente anche Yoshiyuki Tomino, scrittore, regista ed autore giapponese di anime.

Tutto è stato reso più allegro e coinvolgente dagli eventi organizzati nei padiglioni 6 e 8. Domenica come è ormai solito, si è svolta la gara dei migliori Cosplayers: in palio, per uno di loro, un biglietto diretto per il Giappone per partecipare al constest mondiale.
Nei giorni precedenti invece, a tenere compagnia sul palco e a suscitare la curiosità di tutti è stata la presenza di molti youtubers, uniti in un unico grido dei loro fans che li attendevano con ansia per conoscere i propri artisti preferiti. A gestire l’evento è stato un emergente programma online che sta prendendo sempre più piede fino a sbarcare sul palco del Romics in pochissimo tempo: Into the Nerd!

Una immane folla dei fans del web, bambini, animali e adulti di tutte le età si è quindi radunata in un flusso di persone, ogni anno sempre più numeroso, che ha deciso di condividere le proprie passioni, e per i più piccoli l’occasione di poter incontrare i loro supereroi finalmente dal vivo!

Passeggiando per la fiera infatti è possibile lasciarsi trascinare dalle musiche che provengono direttamente dai gruppi di cosplayers che sfilano lungo i viali esterni della struttura, il più celebre e acclamato di tutti è quello di Star Wars sotto le note della marcia imperiale!

Visitare questa famosa fiera è come fare un tuffo nel proprio mondo interiore incontrando persone che con i propri costumi rappresentano un personaggio diverso dall’altro; la cura del dettaglio è la caratteristica principale di ogni Cosplayers, la ricercatezza nel trovare il tessuto perfetto per il loro abito, o un make up accurato, spingono centinaia di fotografi a immortalare questi grandi artisti nelle pose e nelle scene più famose del loro cosplay.

Il Romics ospita anche l’arena delle spade, un’area all’aperto dove si incontrano i migliori combattenti che si sfidano a colpi di spade (ovviamente finte!) proprio come in un scontro medievale, molti dei quali sono provenienti dai gruppi dei giochi di ruolo live, un fenomeno di nicchia che si sta facendo sempre più spazio nel territorio fantasy italiano.

Il Romics offre questo e molto altro, è un gioco di colori, musica, spettacolo in cui per qualche giorno dell’anno è possibile vestire i panni del proprio personaggio preferito, come una romantica principessa Disney, o un’agguerrita combattente di un videogioco.

La figura del cosplayer in Italia è ancora sottovalutata, ma indubbiamente può essere ritenuto un vero e proprio artista, che conclusa la fiera di Aprile, è già a lavoro per creare un nuovo cosplay, utilizzando fantasia, creatività e tanta passione.
E allora non ci resta che attendere con gioia la prossima edizione del Romics, dal 5 all’8 Ottobre 2017 per continuare a sognare un po’.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti