Sabato 20 e domenica 21 giugno alla scoperta di una Roma diversa

Omnia Urbes, L’Incontro e Pilloleart insieme per la valorizzazione
Olga Di Cagno - 17 Giugno 2020

Roma sta risvegliandosi dal sonno impostole dall’emergenza sanitaria, piano piano tutti stiamo iniziando a risvegliarci.

La Città è ancora semi deserta ma già fremono le prime attività culturali.

In questo fine settimana, l’ultimo di questa strana e sospesa primavera, Omnia Urbes, L’Incontro e Pilloleart propongono tre diverse visite guidate in tre luoghi che non godono (e non lo hanno mai fatto) dell’attenzione del turismo cosiddetto “mordi e fuggi”.

Fresco Market
Fresco Market

Sono tre momenti della storia di Roma che mostrano l’Urbe in maniera diversa, da un’altra angolatura e che permettono al visitatore di ammirare orizzonti e panorami splendidi.

Sabato 20 giugno di mattina, alle ore 10.30, Capo di Bove, su Via Appia Antica, la Regina Viarum, un luogo che sembra -camminando sugli antichi basoli- una villa privata ma che in realtà è un punto (in senso geometrico senza dimensione, senza tempo) di propagazione di cultura della valorizzazione: è custodito lì, infatti, l’enorme ed affascinante Archivio Cederna.

Sabato 20, di pomeriggio, alle 17.00 Villa Gordiani, questa in collaborazione con le altre associazioni, perché l’impegno per la valorizzazione e la conoscenza del territorio all’interno della cosiddetta periferia moderna è una tappa fondamentale nella conoscenza di Roma.

Domenica 21, di pomeriggio alle 16.30 Villa di Livia a Prima Porta: un mondo realizzato per il riposo di Augusto e della sua imperiale consorte, una villa scrigno di tesori (da lì il famoso affresco del giardino e la statua di Augusto) ma essa stessa gioiello inestimabile.

Sulla pagina Facebook dell’associazione Omnia Urbes è possibile vedere e leggere meglio di questi tre eventi.

Per tutte le tre visite sarà assolutamente necessaria la prenotazione all’indirizzo mail dell’associazione Omnia Urbes

In rispetto per le normative in materia di prevenzione del Covid-19 la visita sarà coadiuvata di auricolari debitamente sanificati e forniti di certificato di sanificazione.

Il contributo per la visita (comprensivo dell’affitto degli auricolari)  è di 17 euro a partecipante per coloro che si associano in occasione della visita, 15 euro per i soci adulti, 7 euro per i ragazzi figli dei soci e 2 euro per i bambini (fino a 12 anni compiuti).
Il contributo richiesto è comprensivo dell’affitto dei dispositivi di ascolto, monouso, obbligatori ed utilizzati in occasione della visita.

Se non si raggiungerà il numero minimo di 8 iscritti entro le 24 ore precedenti la visita, questa sarà annullata e tutti gli iscritti verranno avvisati tempestivamente.

È possibile prenotarsi inviando una mail all’Associazione Culturale OMNIA URBES
omnia.urbes@gmail.com


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti