Sassuolo-Roma 1-2, Dybala e Kristensen firmano la rimonta

Mou trascina i giallorossi, che volano al quarto posto in classifica.

Una benedizione firmata prima Argentina poi tutta Danese quella di Josè Mourinho che vede la Roma battere in rimonta 2-1 il Sassuolo nella 14esima giornata di Serie A (disputata ieri Domenica 3 Dicembre 2023) grazie alla mossa Kristensen mandato in campo dello ‘Special One’ a inizio ripresa. Il numero 43 entra nelle due reti che regalano i 3 punti ai giallorossi bissando così la vittoria di domenica scorsa contro l’Udinese e si portano a 24 punti in classifica.

Dopo una vigilia letteralmente infuocata dalle parole di Josè Mourinho sull’arbitro Marcenaro, difeso poi nel pre-partita da Tiago Pinto, il tecnico portoghese conferma la coppia d’attacco Dybala-Lukaku.

Sassuolo Roma 1-2

Primi minuti di gara a ritmo blando, non succede nulla. Al 10′ la prima emozione: con un tiro di Dybala dal limite che impegna Consigli.

L’incantesimo si rompe al 25′ col vantaggio del Sassuolo che si porta sull’1-0 grazie a un tiro sbagliato di Berardi corretto in rete da Matheus Henrique.
La reazione della Roma arriva solo al 41′. Classica azione di Lukaku che difende palla al limite dell’area e serve Dybala. Il tiro del numero 21 costringe Consigli a una super parata.
Il Sassuolo risponde con Thorstvedt che è bravissimo a costruirsi un’occasione che però non impegna Rui Patricio.

Mourinho inizia la ripresa mandando in campo Azmoun per Bove e Kristensen per Karsdorp.
La pressione giallorossa aumenta e al 54′ Lukaku spreca un’ottima occasione da centro area. Al 56′ è Azmoun a compiere un bel movimento, ma la sua conclusione è debole e termina sul fondo.

Al 63′ Sassuolo resta in 10. Boloca compie un brutto intervento su Paredes. Marcenaro prima ammonisce il neroverde, ma poi richiamato dal Var decide per l’espulsione.

Un episodio che costringe il tecnico Dionisi a mettere mano alla squadra e rinunciare alle ripartenze di Laurienté che viene sostituito da Racic. Mourinho per approfittare dell’uomo in più fa entrare Pellegrini ed El Shaarawy per Mancini e Spinazzola.
Al 76′ la Roma conquista un calcio di rigore per fallo di Erlic su Kristensen. Dybala non sbaglia e firma il pareggio scatenando i tifosi della Roma. Ed è qui che Mourinho si prende la scena con una corsa sotto al settore ospite per placare gli animi dei supporters giallorossi rei di aver acceso alcuni fumogeni.

Il tecnico portoghese vuole vincerla e all’82 la Roma passa. Kristensen firma il 2-1 con un tiro, deviato da Tressoldi, dall’interno dell’area di rigore e batte Consigli.

Kristensen – Foto A.S. Roma

Nonostante l’inferiorità numerica il Sassuolo ha la palla del 2-2, ma Racic spreca. Marcenaro assegna 7′ di recupero, ma l’unica emozione è di Lorenzo Pellegrini che sfiora il gol del 3-1 e costringe Consigli a un altro grande intervento.
Festa finale con Mourinho e la squadra che salutano i suoi sotto la curva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati