I sì e i no del prossimo Natale

Dagli orari dei negozi, agli spostamenti, i concerti, il Bioparco, i presepi e la magia da preservare
Patrizia Artemisio - 11 Dicembre 2020

A dire la verità, non avevamo voglia di scrivere un elenco di regole da seguire a Natale. Ci sembrava di togliere alla festa il suo involucro magico. Abbiamo aspettato prima di esporvele in bell’ordine, come invece hanno già fatto tutti i media, che si accendessero per lo meno le luci.
Perciò adesso che Spelacchio, incurante del passato, dirige regale gli sguardi su piazza Venezia, proprio quando il Bernini torna a dare spettacolo vestendosi di mille colori a Piazza Navona, nel momento in cui il visetto dei bambini, camminando a testa in sù per Via del Corso, rivela, sotto al tetto di luci, la consueta meraviglia… Soltanto ora abbiamo trovato il coraggio di dirvi che:

dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 è vietato ogni spostamento in entrata o in uscita dai territori di diverse regioni o province autonome.

Nelle giornate del 25 e 26 dicembre 2020 e del 1 gennaio 2021 è vietato ogni spostamento tra comuni salvo che per motivi lavorativi, di necessità o di salute.

Tra i motivi di ‘necessità’ riconosciuti c’è ad esempio il caso dei genitori separati/affidatari che dovranno spostarsi in Regioni o Comuni diversi per trascorrere le feste con i figli minorenni (nel rispetto dei provvedimenti del giudice o degli accordi con l’altro genitore).
Per maggiori informazioni si possono consultare le FAQ sul sito del Governo: http://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638.

E’ comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione ma non lo spostamento verso le seconde case ubicate in un’altra regione o provincia autonoma.
E’ vietato lo spostamento verso le seconde case ubicate anche in un comune diverso nelle giornate del 25 e 26 dicembre e del 1 gennaio 2021.

In merito al divieto di spostamento tra Comuni le regole potrebbero cambiare nei prossimi giorni, in particolare in Parlamento saranno valutate eventuali eccezioni per i Comuni più piccoli.

Sono chiusi gli impianti nei comprensori sciistici.

Nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali presenti all’interno dei mercati e dei centri commerciali, gallerie commerciali, parchi commerciali ed altre strutture ad essi assimilabili.
Possono restare aperti soltanto: farmacie, parafarmacie, generi alimentari, prodotti agricoli e florvivaistici, tabacchi, edicole.

Adotta Abitare A

Gli orari di apertura per i negozi romani

A Roma, con nuova ordinanza della sindaca Raggi, vigono fino al 6 gennaio 2021, le seguenti fasce orarie per l’apertura delle attività commerciali al dettaglio:

– gli esercizi di vicinato del settore alimentare, così come i panificatori e le grandi strutture di vendita del settore alimentare, potranno aprire al pubblico dal lunedì al venerdì tra le ore 5:00 e le ore 8:15;

– gli esercizi di vicinato del settore non alimentare, i laboratori non alimentari, così come le medie e grandi strutture di vendita del settore non alimentare, i phone center – internet point potranno aprire al pubblico, dal lunedì al venerdì, dopo le ore 9:15

– gli esercizi commerciali che svolgono attività mista possono scegliere discrezionalmente una delle due fasce orarie previste. Queste disposizioni non si applicano nelle giornate del 23 e del 30 dicembre 2020 e del 4 gennaio 2021.

– Per quanto riguarda gli orari di chiusura l’ordinanza rinvia alla normativa nazionale e regionale.

Pertanto, secondo quanto disposto dal DPCM del 3 dicembre, fino al 6 gennaio 2021 gli esercizi commerciali al dettaglio dovranno chiudere alle 21.

Tutte le attività di servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, pasticcerie, gelaterie) sono consentite dalle ore 5:00 alle 18:00.
Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di 4 persone per tavolo salvo che siano tutti conviventi.

La Messa di Natale

Il 24 dicembre Papa Francesco anticiperà la Messa della Notte di Natale nella Basilica di San Pietro alle 19:30 e la Benedizione Urbi et Orbi del giorno di Natale alle 12:00 avverrà nella Basilica e non dalla Loggia Centrale.

Nonostante tutto, come fosse la caccia al tesoro di Airbnb, insomma una di quelle ‘Esperienze’ più o meno online proposte di recente, possiamo cercare tra i vicoli della nostra città, quella polvere di stelle che sempre precede le renne di Babbo Natale.

Concerti

Noi di Abitare a Roma l’abbiamo trovata a Villa Massimo, nella Chiesa Luterana e nel Teatro dei Documenti, dove, in collaborazione con l’Ambasciata di Germania, si terranno 105 concerti con il format innovativo 1:1, un musicista un ascoltatore, 2 metri di distanza.

Bioparco

Luccica anche il Bioparco di Roma che resterà aperto durante le festività natalizie per permetterci di passeggiare nel verde alla scoperta dei suoi 1200 animali, tra questi le due piccole e giocherellone leoncine nate durante il lockdown della scorsa primavera. 

Presepe robotico

A Piazza Vittorio, esattamente nei Giardini Nicola Calipari appena riqualificati, potremo ammirare il presepe robotico dello stilista e personaggio televisivo Guillermo Mariotto e contestualmente sarà organizzato un concorso di idee rivolto ai bambini.
Lo stilista ha rivelato in una intervista rilasciata ad Adnkronos che le statuine avranno le sembianze di piccoli robot e ognuna di loro avrà un superpotere. Virtù e valori da offrire in dono a Gesù Bambino.

Infine, fare shopping nelle nostre botteghe storiche sarà più semplice perché la Ztl resterà aperta fino a metà gennaio.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti