Tre concerti per tre costellazioni al VTRP² Festival

Villa Torlonia Roma Piano Duo Festival dal 27 febbraio al 1 marzo
di Cristina Colaninno - 2 Marzo 2015

Si è concluso, domenica 1 marzo, il VTRP² Festival: Villa Torlonia Roma Piano Duo Festival realizzato dall’ Associazione Culturale “Andante con Fuoco”, in collaborazione con il DuoKeira piano duo (www.duokeira.com), composto da Michela Chiara Borghese e Sabrina De Carlo.

Un festival composto di tre concerti ispirati alle stelle e alla bellezza del cosmo che vede protagonista il repertorio per duo pianistico: sia quattro mani che due pianoforti, con e senza altri strumenti. Venerdì 27 l’astrofisico Amedeo Balbi (autore del libro “Cercatori di meraviglia”) ha introdotto con un affascinante parallelismo tra musica e ordine cosmico il concerto intitolato “Triangolo”. Secondo Pitagora infatti il movimento degli astri produce una serie di suoni che si coniugano in una melodia intergalattica.

A questi suoni, noi esseri umani siamo così assuefatti da non percepirli più. Eppure questa musica determina il nostro essere ed informa di sé la materia. Gli studi di Nicolas Tesla hanno dimostrato la forza modellizzante del suono sulla materia. Così la musica è la forma aristotelica che determina la sostanza della materia; è l’atto che trasforma in essere le potenzialità dell’Universo. Sulla base di questo presupposto è stato realizzato l’intero festival che ha sorpreso ogni sera con uno spettacolo diverso il pubblico.

Locandina-VTRP2-FestivalIl secondo concerto “Idra” è stato dedicato alle famiglie, perché i brani scelti e le soluzioni sceniche realizzate dall’illustratrice Alessandra Le Caselle ed il videomaker Valerio Carosi potessero rivelare ai bambini presenti in sala come la musica, i suoni, i colori possano essere una possibilità creativa per l’Uomo. Per l’ultimo concerto la costellazione che ha ispirato i suoni è stata quella di “Centauro”.

Il centauro Chirone è infatti l’ispiratore del duo pianistico che prende il nome proprio da lui (Keira), figura mezzo uomo e mezzo cavallo in continua ricerca di integrazione fra le due componenti. Esattamente come per il DuoKeira nato dall’incontro di Michela Chiara Borghese e Sabrina De Carlo, pianiste di formazione diversa, entrambe eclettiche e appassionate cameriste.

Deciso a indirizzare la tradizione della musica classica verso nuove espressioni, il duo re-immagina il repertorio costruendo programmi innovativi. Il progetto è stato finanziato grazie all’attività di crowdfunding che lo stesso DuoKeira ha lanciato nelle ultime settimane tramite la piattaforma Eppela.

Le musiche eseguite sono di Barber, Mozart, Sollima, Bach-Kurtag, Vivaldi, Ravel, Saint-Saëns eseguite da: Michela Chiara Borghese e Sabrina De Carlo – pianoforti, Daria Leuzinger, Rosario Genovese – violini, Fabio Catania – viola, Giuseppe Scaglione – violoncello, Simona Iemmolo – contrabbasso, Carlo Enrico Macalli – flauto/ottavino, Simone Sirugo – clarinetto, Rocco Bitondo, Andrea Santarsiere, Gianmarco De Angelis – percussioni. Uno spettacolo che fa bene all’anima e che sarebbe bello veder replicato in futuro.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti