Udinese-Lazio 1-2, Vecino provvidenziale: Sarri ora vede la zona Champions (a soli tre punti)

Terza vittoria di fila per i biancocelesti

Vittoria importante alla Dacia Arena per la Lazio, che vince per due a uno contro l’Udinese. In Friuli gli uomini di Sarri conquistano la terza vittoria consecutiva grazie alla prima rete di Luca Pellegrini e al gol di Matias Vecino, nel mezzo il momentaneo pareggio di Walace. MVP dell’incontro l’uruguaiano, ancora molto male Kamada sostituito all’intervallo.

Il riepilogo della partita di Udinese Lazio:

Ancora due assenza importanti per la Lazio con Immobile e Luis Alberto out, Sarri ha apportato un cambio nella squadra vittoriosa contro il Frosinone inserendo Isaksen al posto di Felipe Anderson nel tridente d’attacco. Anche sul fronte opposto Cioffi ha presentato una sola novità rispetto alla sfida con il Bologna preferendo Masina a Kamara sulla fascia sinistra. In porta ha confermato Okoye invece di Silvestri ma stavolta il nigeriano lo ha tradito facendosi sorprendere sul suo palo dopo 12’ sulla punizione rasoterra dal limite di Pellegrini che così ha potuto brindare al primo gol in carriera.

L’Udinese ha stentato a reagire e allora Cioffi ha provato a rianimarla inserendo, in avvio di ripresa, Kamara. Sarri ha risposto dando ulteriore sostanza al centrocampo con l’innesto di Vecino per Kamada e ha riproposto Felipe Anderson per sfruttare al meglio le ripartenze. A far saltare i piani del tecnico biancoceleste ha pensato Ebosele che è andato via in contropiede sulla destra guadagnandosi una punizione da cui è nato il gol dell1-1 al 59’: Lovric ha centrato basso per Walace che con un pregevole colpo di tacco ha ingannato Provedel.

La Lazio non si è disunita, ha ripreso il bandolo della matassa con gli innesti di Lazzari e Pedro per Pellegrini e l’infortunato Zaccagli (derby a rischio) e al 76’ è tornata avanti: torre di Castellanos per Anderson, bravo a trovare di testa il corridoio per Vecino che con un preciso destro in girata ha infilato il pallone nell’angolo opposto. L’Udinese a questo punto si è riversata in avanti ma l’ingresso di Thauvin e l’esordio di davis non sono stati sufficienti a evitarle la sconfitta. La Lazio si è difesa con ordine andando anche vicina al tris in contropiede con Anderson.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati