Municipi: | Quartiere: ,

Un concerto di Natale all’insegna dello spettacolo e della raffinatezza.

A cura della Camera Musicale Romana, nella Sala dei Lecci del Bioparco in Villa Borghese. I canti più belli della tradizione natalizia

Il concerto di natale al quale abbiamo assistito ieri pomeriggio, domenica 17 dicembre, nella Sala dei Lecci del Bioparco in Villa Borghese, è stato organizzato dalla Camera Musicale Romana ed eseguito da ottimi interpreti (i soprani Lorena Cesaretti ed Elvira Maria Iannuzzi, il baritono Dario Ciotoli, l’oboista Ida Gianolla, il pianista Claudio Martelli) all’insegna dello spettacolo e della raffinatezza. Aggiungiamo anche l’accuratezza nella scelta di un programma che ha riunito i più noti (e meno noti) e vari “Canti” e brani natalizi, provenienti da epoche e paesi e culture religiose le più differenti. Differenti sì, ma accomunate dalla volontà di celebrare la festa più importante dell’anno mettendo in evidenza il messaggio di pace, di conversione, di condivisione, di apertura alle diversità sociali, culturali e linguistiche che caratterizzano l’intera umanità. 

Un messaggio tanto più attuale quanto più si estendono, in varie parti del mondo (e in particolare nella Terra Santa dove nacque quel Bambino la cui nascita si ricorda con giubilo e allegria ogni 25 aprile) i venti dell’odio, della guerra, dei massacri che mietono quotidianamente vittime soprattutto tra i bambini. 

Di conseguenza ci sembra opportuno, per ricordare l’autentico messaggio di una festa non esclusivamente religiosa, il ricorso alla musica e al canto, linguaggi universali e da tutti comprensibili.

Abbiamo accennato al programma: a garanzia della sua elevata qualità i nomi di celebri autori quali Alfonso de Liguori, Vivaldi, Brahms, Reger, Schubert, Nino Rota, Berlin, Gillespie e altri, con brani popolarissimi come Tu scendi dalle stelle, Wiegenlied, White Christmas, Stille Nacht, Minuit Chrètien, Let it snow, e altri ancora. Non solo brani cantati e accompagnati dalla musica, ma anche brani puramente strumentali, quali la bellissima Elegia per oboe e pianoforte di un autore come Nino Rota, più noto per le colonne musicali di celebri film felliniani.

All’inizio della serata, è stato consegnato agli spettatori, oltre al programma, anche il calendario dei concerti che saranno eseguiti nella Sala dei Lecci nel corso del 2024, con cadenza quindicinale, dal 14 gennaio al 19 maggio. I singoli programmi dei nove concerti, considerati con attenzione, ci appaiono tutti di notevole livello qualitativo, in grado di soddisfare i variopinti gusti e le diversificate propensioni degli appassionati di musica classica. Apprezzabili e convincenti, ne siamo sicuri, anche le scelte relative ai validissimi esecutori, musicisti e voci soliste. 

Vogliamo concludere, infine, con un plauso, sincero e doveroso, ai responsabili della Camera Musicale Romana per le loro scelte e le loro proposte, le cui concretizzazioni ci impegniamo a seguire e segnalare con attenzione.

Timbrificio Centocelle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati