Tiburtino, aggredisce ex moglie e figlia incinta

42enne arrestato dalla Polizia per lesioni gravi
Redazione - 18 Ottobre 2013

Non si è rassegnato alla separazione dalla moglie e al termine di una violenta lite ha colpito anche la figlia in stato di gravidanza, intervenuta per difenderla.
E’ stato arrestato dagli agenti del Reparto Volanti nella sua abitazione dove aveva fatto ritorno a conclusione di una violenta lite con la ex moglie.

S.M., 42 enne romano con precedenti di Polizia, poco prima delle 20 di ieri 17 ottobre si è presentato a casa della figlia con l’intenzione di parlare con la sua ex moglie, dalla quale si era separato da alcuni giorni.
La conversazione però è quasi subito degenerata e si è trasformata in una violenta lite.

Le accuse verbali, ben presto, hanno lasciato il posto a schiaffi e pugni.
Nemmeno il tentativo della figlia dei due ex coniugi, in stato di gravidanza, è stata sufficiente a placare gli animi.

L’uomo in preda all’ira, dopo aver ripetutamente colpito la ex moglie, ha finito per colpire anche la figlia.
La madre a quel punto, in forte stato di agitazione, ha soccorso la figlia e ha immediatamente avvisato il 113.
L’ex coniuge, invece, impaurito, si è allontanato.

Quando i poliziotti del Reparto Volanti hanno raggiunto l’abitazione in via Grotta di Gregna hanno avvisato il personale medico per soccorrere le due donne ed hanno iniziato le ricerche dell’uomo.
Lo hanno trovato poco dopo nel suo appartamento e lo hanno arrestato con l’accusa di lesioni aggravate.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti