Ancora polemiche sul restauro del Colosseo

Scontro tra ministero e il sindaco Alemanno. Solo il 31 luglio 2012 verrà svelato ogni segreto e finalmente si saprà la data effettiva dell’inizio dei lavori
di Serenella Napolitano - 28 Luglio 2012

Questo restauro del Colosseo inizia oppure no? Di sicuro è iniziato un piccolo scontro tra il Sindaco di Roma e il Ministero, mentre la risposta ufficiale arriverà solo il 31 luglio 2012 durante la conferenza stampa che si terrà presso via del Collegio Romano, la sede del Ministero dei Beni culturali.

Durante la conferenza verranno spiegati tempi e modi dello svolgimento dei lavori di restauro del Colosseo, realizzati con la sponsorizzazione di Diego Della Valle, alla presenza del ministro Lorenzo Ornaghi insieme con il patron della Tod’s e con il soprintendente all’archeologia di Roma Mariarosaria Barbera. Questa la notizia trapelata dai corridoi del Mibac dove “non si nasconde una certa irritazione per le dichiarazioni, definite imprecise, fatte ieri sera – nell’ ambito della presentazione della sua lista civica – dal sindaco della capitale Gianni Alemanno”.

Ben diverso invece e ciò che il Sindaco ha dichiarato negli studi di Unomattina, in onda su RaiUno, questa mattina 27 luglio 2012.
”Il 31 luglio ci sarà la conferenza stampa con Della Valle e con il Ministro Ornaghi al Ministero dei Beni Culturali, perché il restauro del Colosseo è un’opera che spetta al Mibac. Da quel momento ci sarà uno scadenziario preciso che farà ripartire questi lavori bloccati per due anni da ricorsi al Tar, dalla burocrazia, per una serie di situazioni insopportabili”.

“Sul restauro del Colosseo, il sindaco Alemanno, per una foto e qualche dichiarazione, si è infilato in una vicenda su cui non ha competenze creando solo confusione. Ed è stato anche costretto ad ingranare la retromarcia dopo la reprimenda del Ministero dei Beni Culturali. In realtà, nonostante le dichiarazioni del sindaco, il 31 luglio non inizierà alcun lavoro di restauro al Colosseo ma ci sarà solo la proclamazione degli aggiudicatari della gara, con possibili ricorsi anche dei non vincitori. Insomma, l’iter amministrativo è ancora lungo. Alemanno e la politica siano lontani dal restauro del Colosseo.” Ha dichiararlo in una nota è Eugenio Patanè, Presidente del Partito Democratico di Roma.
Allo stesso modo incalzante è il consigliere comunale Pd, Paolo Masini che in una nota ha così spiegato: “Ma quale inizio dei lavori il 31 luglio. Alemanno al Pincio ha detto l’ennesima bugia ai romani prontamente smentita dal Ministero. E oggi Alemanno e’ costretto ad una goffa e precipitosa retromarcia. Il 31 luglio non inizieranno i lavori di restauro del Colosseo, ma ci sarà la presentazione dei vincitori del bando dei lavori”.
”Un passaggio amministrativo – spiega – al quale seguirà un ulteriore e lungo iter (sempre se non ci saranno ricorsi delle società che non hanno vinto). Alemanno la smetta, oltre che di appropriarsi del lavoro altrui, di dire bugie anche sul Colosseo”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti