Appio Claudio, i presepi di Emiliano Maimone

L’artista è il portiere di un condominio in via Lucio Elio Seiano 80
Le email dei lettori - 7 Gennaio 2015

Egregio Direttore, chi le scrive è un cittadino (e vostro lettore) che vive nel Municipio VII e precisamente nel quartiere Appio Claudio, che ha deciso di prendere carta e penna (si fa per dire ai giorni nostri!) e scriverle per segnalarle una storia semplicissima e forse normalissima, ma che secondo me merita di essere considerata e quanto meno condivisa con Lei e magari, nei limiti delle possibilità e degli spazi, poter magari essere presa in considerazione per un piccolo spazio sul vostro giornale.

L’artista dei nostri tempi si chiama Emiliano Maimone, di mestiere portiere di un bel condominio dell’Appio Claudio (via Lucio Elio Seiano 80), nativo di Mondragone ed a Roma da oramai 15 anni, padre di due bei bambini ma soprattutto un gran lavoratore e molto benvoluto da tutto il condominio, cosa non facile ai giorni d’oggi.

Emiliano, nel tempo libero, alcuni anni fa, iniziò per gioco a “costruire” presepi artistici, fatti con polistirolo, legno, cartone e tutti i materiali possibili ed immaginabili ma comunque utili a realizzare le sue opere, sì perché di opere si tratta, visti i risultati.
Nel periodo di Natale, nel condominio c’è un viavai di persone, che sapendo della vena artistica di Emiliano, passano per vedere l’opera annuale che il nostro “maestro” espone nella guardiola.

In questi anni poi le sue mani hanno sfornato diversi presepi, perché oltre ai condomini, anche altre persone hanno voluto un’opera presepiale nella propria casa o nel proprio studio o negozio.

Emiliano per due anni ha partecipato ad un concorso di presepi organizzato a Roma Sud tra tutti i condomini (con portiere) di alcuni municipi e guarda caso per due anni ha vinto il primo premio.

presepe portiere emiliano maimone

Cosa importante tra l’altro, che Emiliano per fare queste opere non percepisce compensi, ma ovviamente la sua unica richiesta è avere il materiale o il rimborso dei vari materiali che di volta in volta deve acquistare per realizzare il presepe.

Detto questo, e mi scuso se le ho rubato del tempo, ritenevo una bella cosa far conoscere un artista dei giorni nostri, non so se nel suo giornale, nelle pagine dedicate ai quartieri, potrà trovare lo spazio utile, ma quantomeno mi fa piacere portare a conoscenza la passione di una persona ma soprattutto la storia di un cittadino comune a tempo libero “artista”.

Dar Ciriola

La ringrazio per l’attenzione, colgo l’occasione per porgerle cordiali saluti ed augurare a Lei ed a tutta la redazione un sereno Natale e Felice anno 2015.

Email firmata


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti