Arc di Colleferro, Tibaldi: la Regione assicurerà ammortizzatori

L’assessora al Lavoro garantisce l'impegno della Regione
di F. L. - 30 Ottobre 2009

“Voglio rassicurare le lavoratrici ed i lavoratori della Arc che la Regione Lazio sta seguendo con la massima attenzione questa situazione di crisi, e che si è attivata per favorirne una soluzione quanto più possibile rapida ed indolore”. Lo ha dichiarato il 29 ottobre 2009 l’assessora al Lavoro, Pari opportunità e Politiche giovanili della regione Lazio Alessandra Tibaldi al termine dell’incontro con le parti sociali sull’azienda di Colleferro svoltosi presso la sede della Regione.

“Nella riunione odierna con i rappresentanti dell’azienda e dei sindacati, – ha aggiunto la Tibaldi – seguita ai contatti già avuti con il Ministero dello Sviluppo Economico, abbiamo raggiunto una ipotesi di accordo per la prosecuzione per il secondo anno del trattamento di cassa integrazione guadagni straordinaria per crisi aziendale. Il dicastero competente, con cui abbiamo una continua interlocuzione, dovrebbe approvare questa bozza di intesa in tempi rapidi. Qualora ciò non dovesse avvenire, a seguito di un improbabile esito negativo della verifica ispettiva dell’INPS indispensabile per ottenere il decreto ministeriale di continuazione della CIGS, la Regione Lazio si impegna comunque ad intervenire con i propri ammortizzatori sociali in deroga a sostegno delle lavoratrici e dei lavoratori dello stabilimento colleferrino”.

“Questo nostro intervento sostitutivo, – ha concluso l’assessora – che ritengo fortemente improbabile in quanto non vi sono motivi per dubitare dell’esito positivo del decreto ministeriale, avverrebbe comunque entro la metà di novembre. Un tempo sufficientemente rapido per evitare dei contraccolpi economici a chi sta pagando duramente sulla propria pelle gli effetti di una grave crisi aziendale”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti