Attribuzione di funzioni urbanistiche alle Province

Approvati dalla Regione criteri e modalità
Enzo Luciani - 19 Luglio 2008

Più poteri alle Province in materia urbanistica. La Regione, durante l’ultima seduta della Giunta Regionale del 18 luglio 2008, ha approvato i criteri e le modalità per l’esercizio delle funzioni e dei compiti conferiti alle Province.

“La Regione Lazio crede nel principio della sussidiarietà all’interno di un quadro generale di regole condivise – ha detto il presidente Piero Marrazzo – e continua nel percorso di trasferimento di competenze urbanistiche e di strumenti tecnologici avanzati alle amministrazioni locali. Lo fa con un provvedimento che definisce criteri e modalità per l’esercizio di queste competenze da parte delle Province che hanno approvato il proprio Piano Territoriale Generale, mettendole nella condizione di svolgere un ruolo fondamentale all’interno dei processi di partecipazione e collaborazione tra i vari enti locali”. “Lo fa anche con la realizzazione della nuova Carta Tecnica Regionale Informatica a grande scala – ha concluso Marrazzo – che rappresenterà un importante garanzia di sviluppo compatibile del territorio e di programmazione non solo delle politiche urbanistiche. La Regione condividerà con tutti gli altri enti locali un prezioso patrimonio informativo con il fine di dare vita ad una vera e propria Banca Dati Territoriali costantemente aggiornata".

”Nel documento che fissa criteri e modalità d’azione per gli enti provinciali in campo urbanistico – ha spiegato poi l’assessore all’Urbanistica Esterino Montino – vengono individuate le modalità di collaborazione tra Regione e Province, al fine di assicurare forme di partecipazione e cooperazione tra gli enti”.

La Regione sta predisponendo i provvedimenti per il trasferimento delle risorse economiche per lo svolgimento dei compiti conferiti alle Province che hanno già approvato e pubblicato il proprio Piano territoriale provinciale generale. Nel Lazio al momento sono solo due, Frosinone e Viterbo, mentre le altre tre sono ad uno stato avanzato di elaborazione: Roma ha adottato lo schema di piano, Latina deve adottarlo, Rieti sta predisponendo le integrazioni richieste dalla Regione.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti