Civitavecchia: tentata rapina al minimarket, caccia all’uomo

Indagini in corso

Pistole in mano, agenti dappertutto e i passanti che non capivano cosa stesse accadendo. Quella di Sabato scorso è stata una serata movimentata nel centro di Civitavecchia per via di una rapina tentata e alla fine non si è consumata ma che tuttavia ha scatenato una caccia all’uomo che, almeno nell’immediato, non ha portato i frutti sperati.

La chiamata al 112 è arrivata intorno alle 22 di Sabato quando il titolare di un minimarket di largo monsignor D’Ardia ha avvertito che un ladro si era presentato nell’esercizio con la pistola in pugno pretendendo l’incasso.

Così sono partite le pattuglie a caccia del rapinatore. Precisa la descrizione dell’esercente ma il malvivente – prima di agire – si è premunito, camuffandosi bene. Dunque questi è entrato, minacciando il titolare con l’arma. La vittima della rapina ha anche raccontato di aver udito il click del grilletto.

Così è scattata la reazione, che ha generato la colluttazione nella quale il ladro ha rischiato di avere la peggio. Infatti l’esercente si è trovato per le mani un martello con il quale ha cercato di colpire il ladro che, una volta capita la malaparata, ha cercato di scappare. E nessuno dei passanti,, sul momento ha aiutato l’esercente. Dal Commissariato di viale della Vittoria sono partite le volanti ma si sono persi istanti preziosi perché si indicava una rapina avvenuta in un’attività in via Bernini, una strada vicina a largo D’Ardia.

Tempo speso bene dal malvivente che ha avuto il tempo di dileguarsi. Immaginando che non si fosse allontanato più di tanto, i poliziotti civitavecchiesi hanno iniziato a cercarlo nei paraggi, seguendo viale Baccelli in varie direzioni ma del fuggitivo nessuna traccia. Il lavoro degli agenti è proseguito dopo, utilizzando le telecamere presenti nel minimarket.

Così è stato possibile notare come il ladro si fosse appostato fuori dell’attività, avesse atteso l’uscita di una cliente e poi fosse passato all’azione. Certo non immaginava che il titolare reagisse prontamente. Negli uffici di viale della Vittoria sono al lavoro per cercare di dare un nome e un volto al malvivente. L’ipotesi è che si tratti di un balordo di zona a caccia di soldi facili in un esercizio che nel fine settimana tende a chiudere più tardi del solito.

Per la Polizia, il fine settimana non è stato tranquillo neanche per le solite risse che si consumano in centro, specie nelle zone della movida cittadina. Una è capitata in piazza Fratti. Qui, un approccio non gradito verso due ragazze ha scatenato le ire dei rispettivi fidanzati. L’alcool ha fatto il resto, visto che ne è scaturita una scazzottata nella quale in due sono rimasti contusi in due. Intervenuta una volante, non ha potuto fare altro che constatare i fatti ma nessuno ha deciso di sporgere denuncia. Quindi la vicenda non ha avuto strascichi ulteriori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati