Covid-19, 17 settembre: a Roma 131 e in tutto il Lazio 181

126 casi registrati tra la Asl Roma 1 e la Asl Roma 2. Tavolo tecnico per i test rapidi presso le strutture sanitarie private. Zingaretti candida il Forlanini come sede dell'Agenzia europea per la Ricerca Biomedica. I voli Covid free da Fiumicino "atterrano" sulla BBC
Enzo Luciani - 17 Settembre 2020

“Su quasi 10 mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 181 casi di questi 131 sono a Roma e due decessi.
Il valore RT è a 0.54 e una valutazione di bassa diffusione.
Oggi – ha dichiarato l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato – incontro in Regione con il prof. Crisanti per istituire una task force sulle scuole”.

Asl Roma 1: 50 casi (6 di rientro)

Nella Asl Roma 1 sono 50 i casi nelle ultime 24h e di questi sei sono casi di rientro, quattro con link dalla Sardegna, uno dalla Puglia e uno dalla Romania.
Ventidue sono i casi con link familiare o contatto di un caso già noto e isolato.

Asl Roma 2: 76 casi (14 di rientro)

Nella Asl Roma 2 sono 76 i casi nelle ultime 24h e tra questi quattordici i casi di rientro, uno con link dalla Sardegna, quattro dal Bangladesh, due dall’Ecuador, uno dall’Egitto, uno dall’Inghilterra e nove con link alla comunità del Perù.
Quindici sono contatti di casi già noti e isolati.
Due i casi con link a stabile via del Caravaggio dove è in corso l’indagine epidemiologica.

Asl Roma 3: 5 casi

Nella Asl Roma 3 sono 5 i casi nelle ultime 24h e si tratta di contatti di casi già noti e isolati.

Asl Roma 4: 5 casi

Nella Asl Roma 4 sono 5 i casi nelle ultime 24h e si tratta di contatti di casi già noti e isolati.

Asl Roma 5: 9 casi (1 caso di rientro)

Nella Asl Roma 5 sono 9 i casi nelle ultime 24h e si tratta di un caso di rientro dall’Abruzzo, due casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione e quattro sono contatti di casi già noti e isolati.

Asl Roma 6: 7 casi (2 di rientro)

Nella Asl Roma 6 sono 7 i casi nelle ultime 24h e si tratta di due casi di rientro uno con link dalla Sardegna e uno dalla Rep. Dominicana.
Due sono i contatti di casi già noti e isolati e due casi individuati su segnalazione del medico di medicina generale.

Asl Frosinone: 2 casi

Nella Asl di Frosinone si registrano due casi e uno di questi è stato caso individuato in accesso al pronto soccorso.

Asl Viterbo: 4 casi

Sono 4 i casi accertati di positività al COVID-19: 1 ad Acquapendente, 1 a Vetralla, 1 a Canepina e 1 a Gallese.
Dei casi odierni, 3 sono pazienti sintomatici provenienti dal percorso fast track pediatrico di Belcolle, 1 presenta un link epidemiologico con un caso precedentemente comunicato.
Inoltre, 2 sono ricoverati presso il Bambin Gesù a Roma, 2 stanno trascorrendo la convalescenza nel proprio domicilio.
In totale salgono a 591 i positivi e con i 4 odierni sono 474 i guariti e 26 i deceduti.
Dall’inizio dell’emergenza COVID sono stati effettuati 25461 tamponi, 213 nelle ultime 24 ore.

Asl Latina: 15 (1 di rientro)

15 i nuovi casi nella Asl di Latina, di cui 13 trattati a domicilio: Aprilia (3), Fondi (1), Formia (1), Gaeta (1), Latina (3), Roccagorga (3), Sabaudia (2), Terracina (1).
Un caso è di rientro dalla Sicilia, tre hanno un link al cluster del mercato ittico dove è in corso l’indagine epidemiologica.

Da inizio epidemia i positivi Covid sono stati 969. 355 sono ancora positivi.
577 sono invece i guariti (4 in più).

Asl Rieti: 8 casi

Si registrano 8 nuovi soggetti positivi al test Covid 19. Si tratta di un uomo di 52 anni, un uomo di 55 anni, un uomo di 42 anni, un uomo di 35 residenti/domiciliati a Rieti, cluster noti e isolati. Un uomo di 56 anni residente/domiciliato a Cittaducale, cluster noto e isolato.
Un bambino di 8 anni residente/domiciliato a Casperia, cluster nuovo. Una donna di 79 anni residente/domiciliata a Tarano, cluster nuovo attualmente ricoverata presso l’Unità di Malattie Infettive dell’ospedale de’ Lellis di Rieti.341 i contatti in sorveglianza domiciliare, sintomatici 27.
16 i soggetti usciti dalla sorveglianza domiciliare.
Si registrano 2 ulteriori guariti: una donna di 39 anni e un ragazzo di 15 anni residenti/domiciliati a Rieti.
Totale positivi in provincia di Rieti: 67.
Nelle ultime 24 ore presso il drive-in della Asl di Rieti sono stati eseguiti 269 tamponi nasofaringei (538 nelle ultime 48 ore) di cui 6 relativi a persone di rientro da zone a rischio.

I dati dei giorni scorsi

Drive In

Dal 14 settembre sulla app Salute Lazio è disponibile l’elenco geolocalizzato dei drive-in della Regione Lazio dove si eseguono i test per il COVID-19.

Link all’app Salute Lazio per Android e link all’app Salute Lazio per App Store.

Per tutte le informazioni sui Drive In del Lazio https://salutelazio.it/

Scuola

Test salivari nelle scuole, entro fine mese disponibili quelli dello Spallanzani
Lo ha assicurato il direttore sanitario Francesco Vaia sottolineando che bisogna continuare con le campagne di screening ed estenderle a tutta la popolazione scolastica

Il link all’intervista completa realizzata dall’agenzia Agi

I voli Covid free da Fiumicino “atterrano” sulla BBC

Tickets, passport and compolsuring negative test result. Welcome on board europe first Covid free flight!
“E’ il messaggio rassicurante con cui la BBC ha annunciato la partenza ieri dall’Aeroporto di Fiumicino dei primi voli Covid Free.
Una sperimentazione, prima in Europa, per mettere in sicurezza il trasporto aereo e permettere una ripresa del settore.
L’iniziativa partita per due voli sulla tratta Roma-Milano vede la collaborazione della Regione Lazio, AdR e Alitalia. I nuovi voli Covid Free dall’Italia e i suoi test aeroportuali – comunica l’Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio – potrebbero essere il modo per evitare la quarantena di massa della Gran Bretagna e di altri e per attirare i passeggeri a bordo? E’ la domanda del giornalista Mark Lowen che ha firmato il servizio della BBC.
L’Italia e il Lazio sono pronti per aprire la strada a un cielo sicuro e libero dalla pandemia”.

Tavolo tecnico per i test rapidi presso le strutture sanitarie private

“Si è svolto il 16 settembre il tavolo tecnico presso la Direzione regionale Salute che ha esaminato il documento relativo al test rapido per l’identificazione dell’antigene del virus SARS CoV-2. A seguito del tavolo – ha dichiarato l’assessore D’Amato – verrà emanata una direttiva per procedere all’abilitazione al test rapido antigenico delle strutture sanitarie private autorizzate all’esercizio per l’attività di diagnostica di laboratorio con settori specializzati per microbiologia virologia e immunologia nel rigoroso rispetto delle procedure di contenimento, del corretto utilizzo dei dpi, e nella garanzia di percorsi separati, sul modello di quanto già accade per i test sierologici.
Verranno indicate nel documento le metodiche, che sono quelle validate dall’Istituto Nazionale di Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani, e che si stanno utilizzando presso gli Aeroporti di Roma.
Verrà inoltre indicata una tariffa calmierata di riferimento (13,94 euro) che dovrà essere esposta al pubblico con l’impegno di prenderne atto.

In caso di positività al test dovrà essere eseguito il tampone molecolare presso i drive-in regionali, che fanno riferimento alla rete regionale Coronet validata dall’Istituto Spallanzani, muniti del referto di positività al test antigenico, di tessera sanitaria e ricetta dematerializzata. Così come avviene già oggi per i test sierologici in fase di accettazione all’esame di laboratorio la struttura deve obbligatoriamente inserire sul proprio sistema l’identificativo individuale e fornire le credenziali per il ritiro del referto online.
In caso di esito positivo dell’esame si deve obbligatoriamente contattare il proprio medico di medicina generale e il Sisp della Asl territorialmente competente per eseguire il tampone molecolare.
Questa possibilità oggi è intervenuta grazie alla validazione avuta del test dall’Istituto Spallanzani e alla massiccia attività messa in campo negli aeroporti di Roma, il porto di Civitavecchia e nei numerosi drive-in regionali.
Tale metodologia consentirà di ampliare la rete di testing per screening consentendo di recarsi presso le strutture private abilitate con oneri a carico dell’utente.

Rimane gratuita e quindi a carico del Servizio sanitario regionale tutta l’attività nei drive-in e nella rete Coronet sia per i test rapidi antigenici che per i tamponi molecolari.
Inoltre – ha concluso D’Amato – si sta completando la gara assieme alla Regione Veneto per acquisire un milione di test rapidi antigenici da utilizzare nell’attività di screening soprattutto nelle scuole”.

Zingaretti candida il Forlanini come sede dell’Agenzia europea per la Ricerca Biomedica

“Roma ha le carte in regola per essere una seria candidata ad ospitare la sede dell’Agenzia europea per la Ricerca Biomedica e per la gestione delle crisi sanitarie.
Voglio lanciare la proposta – dichiara Zingaretti – di realizzarla nel complesso dell’ex Ospedale Forlanini.
Sarebbe una scelta strategica per Roma che diventerebbe la Capitale del biomedicale recuperando allo stesso tempo una prestigiosa funzione pubblica in un bene importante come il Forlanini, su cui è già aperta una forte interlocuzione con il Ministero degli Esteri, con la città e il quartiere per
garantire una apertura per servizi ai cittadini.
Roma e l’intera Regione sono un ecosistema naturale e già oggi rappresentano oltre il 40% dell’intero export farmaceutico nazionale con centri di ricerca all’avanguardia nel panorama europeo come l’Istituto Spallanzani.
Inoltre – conclude il presidente della Regione Lazio – sarebbe fortemente agevolata nelle comunicazioni dall’aeroporto di Fiumicino, riconosciuto come migliore Hub al mondo per i servizi anti-Covid.
Su questa proposta la Regione Lazio è pronta a fare la sua parte. Auspico un consenso di tutte le forze politiche e le Istituzioni per il bene della nostra città”.

Le mappe dei contagi nei quartieri del III, IV e V municipio di Roma

La mappa dei contagi nel Municipio III (aggiornata al 14 settembre)

La mappa dei contagi nel Municipio IV (aggiornata al 14 settembre)

La mappa dei contagi nel Municipio V (aggiornata al 14 settembre)

La mappa dei contagiati nel Lazio e nei Municipi di Roma

Le mappe sono realizzate dal SERESMI e rappresentano l’incidenza cumulativa dei contagi da Covid-19 nei Comuni del Lazio e nei Municipi e quartieri di Roma in rapporto al numero dei residenti dei singoli territori.

Le mappe sono aggiornate settimanalmente (il martedì), per consentire il consolidamento dei dati. Quelle visibili oggi sono riferite ai dati complessivi registrati fino al 14 settembre. A quella data il tasso di diffusione ogni 10mila abitanti a Roma città era 21.80 (6.263 casi dall’inizio dell’emergenza).

La mappa interattiva sulla diffusione del Covid-19 in Italia

In versione mobile e in versione desktop.

I dati vengono aggiornati giornalmente alle ore 18, in contemporanea alla conferenza stampa che viene trasmessa attraverso i canali social del Dipartimento della Protezione Civile.

La mappa sulla diffusione mondiale

La mappa con la situazione mondiale dell’infezione da Coronavirus COVID-19 realizzata dalla Johns Hopkins University.

Versione per pc

Versione per smartphone e tablet


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti