Covid-19, 9 luglio: a Roma 23 casi e in tutto il Lazio 28

Sono quasi tutti di importazione. La comunità del Bangladesh si sta recando presso i drive-in per i tamponi. Rieti anche oggi è Covid free mentre Frosinone ha solo 1 caso che è ancora in isolamento
Enzo Luciani - 9 Luglio 2020

“Oggi registriamo un dato di 28 casi e 1 decesso. 22 sono i casi di importazione (pari al 78% dei casi totali) e di questi 18 hanno un link con voli di rientro dal Bangladesh già attenzionati”, questa l’estrema sintesi del comunicato dell’assessore Alessio D’Amato del 9 luglio.

I dati sul Coronavirus nel Lazio

Sono 889 gli attuali casi positivi Covid-19 nella Regione Lazio. Di cui 678 sono in isolamento domiciliare, 198 sono ricoverati non in terapia intensiva, 13 sono ricoverati in terapia intensiva.
843 sono i pazienti deceduti e 6520 le persone guarite. In totale sono stati esaminati 8252 casi.

I dati dei giorni scorsi

I casi di rientro

Oltre ai 18 casi con un collegamento ai già noti voli di rientro dal Bangladesh, sono stati registrati un caso provenite dalle Canarie, uno ha un link con il Brasile e uno di rientro da una visita familiare a Milano.

Valore RT

Nella valutazione settimanale è atteso un valore RT ancora di poco superiore a 1 a causa dei focolai di importazione.

Asl Roma 1: 3 casi (di cui un bambino)

Nella Asl Roma 1 dei tre casi registrati nelle ultime 24h due sono riferiti a persone di nazionalità del Bangladesh che hanno un link correlabile con i voli internazionali provenienti da Dacca già attenzionati.
Un caso riguarda un bambino di 9 anni riferito ad un nucleo familiare già noto.

Asl Roma 2: 15 casi

Nella Asl Roma 2 dei 15 casi odierni sono 14 i positivi riferiti all’esito dei tamponi sulla Comunità del Bangladesh richiamati al drive-in con link con voli internazionali da Dacca già attenzionati e di questi 8 fanno riferimento ad un unico nucleo familiare.

Asl Roma 3: 5 casi

Nella Asl Roma 3 dei cinque casi odierni uno è un uomo residente alle Canarie ora ricoverato allo Spallanzani.
Due casi sono riferiti a persone di nazionalità del Bangladesh che hanno un link correlabile con i voli internazionali provenienti da Dacca già attenzionati.
Un ulteriore caso positivo riguarda un uomo individuato al test sierologico.

Asl Latina: 4 casi (di cui una bambina)

Infine per quanto riguarda le province registriamo quattro nuovi casi nella Asl di Latina si tratta di un uomo di rientro da una visita familiare a Milano per il quale è stata avviata l’indagine epidemiologica, una caso di una donna in accesso al pronto soccorso.
Un caso riguarda una bambina di 9 anni, è un link familiare al caso di rientro dal Brasile.

Covid Free

Rieti si conferma Covid Free, mentre a Frosinone rimane un solo caso in isolamento.

Positivi 14 componenti della Comunità del Bangladesh

Straordinario afflusso al drive-in della Asl Roma 2 – ha dichiarato l’8 luglio nel pomeriggio l’assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato – dove tra ieri e oggi sono già stati effettuati oltre 500 tamponi e voglio ringraziare della collaborazione la Comunità del Bangladesh a Roma e le loro autorità religiose”.

Dei 270 tamponi processati ieri nessuno era risultato positivo mentre “nei 200 successivi sono risultati 14 casi positivi riferibili a contatti con persone rientrate con voli da Dacca (Bangladesh) e di questi 8 fanno parte di un unico nucleo familiare.
I positivi – comunica l’Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio – sono stati tutti posti in isolamento e stanno bene”.

“Questo dato conferma l’importanza dell’azione messa in campo per rintracciare tutti i contatti di coloro che sono rientrati dal Bangladesh.
E’ importante la collaborazione che sta mostrando la Comunità bengalese di Roma e l’Ambasciata in Italia.
Verrà intensificata nelle prossime ore – conclude l’Unità di Crisi – l’attività dei drive-in: oltre a quello del Santa Caterina delle Rose sono già operativi anche quello in via degli Eucalipti e quello in piazza della Marranella”.
“L’attività di contact tracing per la Comunità bengalese verrà estesa – ha fatto sapere oggi D’Amato – anche al drive-in del San Giovanni e in Piazzale Tosti (nel quartiere Ardeatino)”.

Positivi 5 passeggeri del volo in arrivo ieri dal Qatar

“Sono iniziate le operazioni – ha dichiarato l’assessore D’Amato ieri alle 15:10 – e sono già stati eseguiti i primi 30 tamponi per i viaggiatori del volo dal Qatar autorizzati allo sbarco a Fiumicino.
Sono in totale un centinaio i passeggeri autorizzati allo sbarco e i test vengono eseguiti in quanto potenziali casi di contatto”.

Sono risultati positivi al tampone 5 passeggeri dei 97 autorizzati ieri a sbarcare a Fiumicino del volo della Qatar Airways. I passeggeri sono stati tutti sottoposti a tampone e sono in isolamento.

Su questo volo risultavano esserci passeggeri definibili ‘indiretti’ cioè provenienti non dal Qatar ma da Dacca (Bangladesh).
“Questi secondo la disposizione del Ministro Speranza in attuazione dell’art. 43 del Regolamento sanitario internazionale – dichiarava ieri alle 13:22 Alessio D’Amato – non dovrebbero sbarcare a Fiumicino.
E’ necessario che ENAC emetta una indicazione operativa chiara alle linee aeree affinché non imbarchino, per il tempo stabilito dalla massima autorità sanitaria del Paese, questi passeggeri”.

La sperimentazione per un vaccino italiano

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, si è recato oggi presso la sede della ReiThera Srl di Castel Romano per visitarne i laboratori dove l’azienda è impegnata, in collaborazione con l’Istituto Spallanzani, nella sperimentazione di un vaccino contro il Coronavirus.

Insieme a Speranza erano presenti il Ministro dell’Università e della Ricerca, Gaetano Manfredi, il Commissario per l’emergenza Covid19, Domenico Arcuri, il Direttore Generale di AIFA Agenzia Italiana del Farmaco, Nicola Magrini e l’assessore Alessio D’Amato.

Le mappe dei contagi nei quartieri del III, IV e V municipio di Roma, aggiornate al 6 luglio

La mappa dei contagi nel Municipio III

La mappa dei contagi nel Municipio IV

La mappa dei contagi nel Municipio V

La mappa dei contagiati nel Lazio e nei Municipi di Roma

Le mappe sono realizzate dal SERESMI e rappresentano l’incidenza cumulativa dei contagi da Covid-19 nei Comuni del Lazio e nei Municipi e quartieri di Roma in rapporto al numero dei residenti dei singoli territori.

Le mappe sono aggiornate settimanalmente (il martedì), per consentire il consolidamento dei dati. Quelle visibili oggi sono riferite ai dati complessivi registrati fino al 6 luglio. A quella data il tasso di diffusione ogni 10mila abitanti a Roma città era 11.19 (3.215 casi dall’inizio dell’emergenza).

La mappa interattiva sulla diffusione del Covid-19 in Italia

In versione mobile e in versione desktop.

I dati vengono aggiornati giornalmente alle ore 18, in contemporanea alla conferenza stampa che viene trasmessa attraverso i canali social del Dipartimento della Protezione Civile.

La mappa sulla diffusione mondiale

La mappa con la situazione mondiale dell’infezione da Coronavirus COVID-19 realizzata dalla Johns Hopkins University.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti