Municipi: | Quartiere:

Donne e Ramadam a Centocelle

Riceviamo e pubblichiamo

Donne….a Centocelle, come in tutta Roma, si celebra il Ramadam ma alle donne non è consentito partecipare. Devono essere rinchiuse in un recinto come fossero pollame, senza neppure guardare i loro mariti, rispettando tradizioni folli del loro paese che le ritengono esseri inferiori, tradizioni non certamente riconosciute in Italia.
Siamo alle solite. Le femministe dove sono? I diritti umani delle donne islamiche non interessano loro? o scendono in piazza soltanto quando si tratta di andare contro gli italiani?
Dopo anni di lotte non è cambiato nulla e i diritti fondamentali delle donne islamiche in Italia non vengono tutelati.
Vergogna alle donne che combattono soltanto quando fa loro comodo. Le donne sono donne, di qualunque nazionalità esse siano e la loro libertà non può essere infranta da regole e leggi straniere in Italia.

In un momento particolare in cui si pone altissima attenzione ai diritti delle donne violentate, uccise, discriminate, picchiate si chiudono gli occhi su una situazione alla luce del sole nel quartiere di Centocelle e le istituzioni del Municipio fanno finta di non vedere.

Offesa grandissima a tutte le donne, non solo a chi è venuta in Italia con la  speranza di una vita nuova, diversa da quella lasciata alle spalle, con il sogno di un cambiamento e di un minimo di considerazione come esseri umani in un Paese dove c’è ancora chi,  invece di dimostrare grande solidarietà verso i loro diritti, dando il permesso di utilizzare una zona centrale in un Municipio, si gira dall’altra parte in silenzio, col rumore silenzioso che da il dolore più grande che una donna possa provare: quello al cuore.

Lorena Vinzi

Foto di Fabio Rampelli

Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati