Donne rapinate e picchiate dal Salario al Tiburtino: Arrestato il bandito seriale

I carabinieri lo hanno arrestato dopo una lunga indagine

Si muoveva con con uno zuccotto calato sulla testa e un cappuccio a coprire anche il berretto. Un modo per rendere meno visibile il volto, almeno in parte, così da non farsi riconoscere e colpire indisturbato fra quartiere Trieste, Salario, Africano. Ma ci sarebbero casi anche a Montesacro, dall’altra parte del Ponte delle Valli, senza contare piazza Bologna e il Tiburtino. Le vittime del rapinatore solitario erano le donne sole dove molto spesso venivano anche aggredite.

Solo dopo una lunga indagine i carabinieri sono riusciti ad arrestare P.D.V, un ragazzo di 28 anni vero e proprio incubo delle donne della Capitale. I carabinieri sono arrivati a lui, già ricercato dal 2022, bloccandolo nel pomeriggio del 24 Gennaio 2024. I militari dell’Arma lo hanno riconosciuto in viale Palmiro Togliatti, mentre camminava in strada in stato di alterazione dovuto all’assunzione di qualche sostanza stupefacente.

Proprio le descrizioni fatte dalle vittime hanno aiutato di molto le indagini, con un identikit ben strutturato. Lo scorso 23 Gennaio 2024, inoltre, il ragazzo ha commesso un passo falso. Nella notte era entrato all’interno della una scuola media Francesco D’Assisi, senza rubare nulla, immortalato anche dalle telecamere di videosorveglianza. L’abbigliamento era lo stesso già descritto. Proprio questi riscontri investigativi hanno permesso ai carabinieri di individuarlo in viale Palmiro Togliatti e gli sono costati l’arresto.

Ma le indagini non finiscono qui perché i carabinieri e la procura stanno lavorando per capire se alla serie di rapine commesse con la stessa modalità ce ne siano altre. Secondo fonti investigative, infatti, non è escluse che l’uomo possa essere accusato di altri colpi commessi negli ultimi mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati