Droga, scoperta serra artigianale a Montesacro

Redazione - 21 Ottobre 2013

Dopo la segnalazione in strada una donna “fuori di sè” in strada, gli agenti del 113 l’hanno intercettata in via Nomentana angolo via Massaua. Alla vista dei poliziotti però la donna ha iniziato ad attraversare pericolosamente la strada, rischiando di essere investita.
Gli agenti hanno deciso di non avvicinarsi, chiamando in ausilio un’altra pattuglia. In pochi minuti sono giunti gli agenti del Reparto Volanti ed insieme i poliziotti sono riusciti a bloccarla in condizioni di sicurezza.

La 30enne, prima di essere soccorsa presso l’ospedale Pertini, ha continuato a riferire di essere andata ad una festa dove le avevano ceduto dello stupefacente che, una volta assunto, aveva cominciato a farla stare male, ragione per cui era uscita in strada. Poche e scarne le informazioni per cercare di risalire a chi le avesse ceduto la droga.
Gli investigatori del Commissariato Fidene – Serpentara, però, hanno iniziato ad indagare, partendo proprio da quanto riferito loro dalla ragazza di una festa che era ancora in corso.

Iniziando a perlustrare la zona di Montesacro, sono riusciti ad individuare un’abitazione da cui si sentiva provenire della musica. Una volta entrati all’interno, gli agenti hanno rinvenuto una vera e propria serra artigianale dotata di impianto di ventilazione, luce e riscaldamento, con posizionati all’interno 7 vasi con altrettante piante di marijuana, del peso di circa 500 grammi. Proseguendo nella perquisizione, sono stati rinvenuti altri 800 grammi circa di marijuana essiccata e circa 10 grammi di hashish.
Rinvenuto anche un manuale specifico per la coltivazione della cannabis. Il proprietario dell’abitazione, al termine, è stato tratto in arresto. Dovrà rispondere di produzione e detenzione di sostanze stupefacenti.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti