Due giornate dedicate al poeta Achille Serrao

Il 15 ottobre nella Casa della Cultura di Villa De Sanctis e il 19 nella Biblioteca Gianni Rodari
Redazione - 6 Ottobre 2015

Saranno due le giornate dedicate al ricordo del poeta Achille Serrao la prima il giovedì 15 ottobre 2015 alle ore 17.00 presso la Casa Della Cultura a Villa De Sanctis in via Casilina 665 incentrata sull’opera letteraria del grande poeta, narratore e critico e la seconda, più di carattere celebrativa e istituzionale alle ore 17 del 19 ottobre (nel terzo anniversario della sua scomparsa) presso la biblioteca Gianni Rodari in via Francesco Tovaglieri.

All’iniziativa del 15 ottobre interverranno il poeta e critico letterario Manuel Cohen e il poeta Vincenzo Luciani.

AchilleSerrao2005La serata proseguirà con la lettura di testi poetici e la proiezione (a cura di Vittorio Tallarico) di video  di Serrao, a cui sarà dedicata anche una mostra fotografica esposta presso la Casa della Cultura.

Fresco Market
Fresco Market

Interventi musicali saranno eseguiti dal Coroincanto e dal Nuovo Coro Popolare, con la partecipazione di Paula Gallardo e Angelo Cilli.

 

Il 19 ottobre presso la biblioteca Gianni Rodari, dopo un saluto della direttrice della stessa Piera Costantino e altri saluti istituzionali, si procederà, con l’inaugurazione di una targa, alla intitolazione della Sala conferenze ad “Achille Serrao poeta delle Periferie e Amico della Biblioteca”, un meritato riconoscimento dell’eccellente opera svolta dal poeta come animatore culturale e come ideatore e fondatore presso la Rodari del Centro di documentazione della poesia dialettale “Vincenzo Scarpellino” e da lui diretto dal 2002 fino al 2012.

Nell’occasione Manuel Cohen, in qualità di coordinatore del Gruppo Promotore, indicherà le linee direttrici che porteranno alla costituzione di un Centro Studi dedicato ad Achille Serrao. Il grande e indimendicato poeta, anche in questa circostanza, sarà ricordato con testi poetici e con la lettura teatrale di alcuni di brani tratti dall’opera teatrale di Serrao “Era de maggio” a cura di Loredana Mauro insieme a Raffaela Pinto e Antonella Fava.

 

ACHILLE SERRAO (Roma 1936-2012), poeta, scrittore e critico, è stato direttore fino al 2012 della rivista “Periferie” e del Centro di Documentazione della poesia dialettale “Vincenzo Scarpellino”.

Ha pubblicato i libri di poesia in lingua: Coordinata Polare, 1968; Destinato alla giostra, 1974; Lista d’attesa, 1979; L’altrove il senso, 1987. Il 1989 segna il passaggio alla scrittura in dialetto. In dialetto ha pubblicato: Mal’aria (1990), ’ O ssupierchio (1993), ’A canniatura (1993), Cecatèlla ( 1995), Semmènta vèrde (1996), Cantalèsia ( 1999), Giro di casa (2001), Disperse (2008).

Ha inoltre pubblicato libri di narrativa: Sacro e profano (1976), Scene dei guasti (1978), Cammeo (1981),  Cartigli (1989), Retropalco ( 1995) e di saggistica (su Luzi e Caproni), Via Terra. Antologia della poesia Dialettale (1992), Presunto inverno. Poesia dialettale e dintorni degli anni novanta (1999), Il pane e la rosa. Antologia della poesia napoletana dal 1500 al 2000 (2005), Poeti di Periferie (2009).

Una raccolta degli scritti critici sulle sue opere, con cronologia della vita e delle opere e bibliografia completa dei testi e della critica è in Achille Serrao, poeta e narratore, a cura di Cosma Siani (Ed. Cofine 2004).

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti