Municipi: | Quartiere:

Giudizio Universale. Michelangelo and the Secrets of the Sistine Chapel

In programma per tutta la  stagione teatrale 2018-2019 all’Auditorium Conciliazione di Roma il primo live show residente italiano

Il primo live show residente italiano. Lo spettacolo, in programma per tutta la  stagione teatrale 2018-2019 all’Auditorium Conciliazione di Roma, è stato ideato da Marco Balich e realizzato da Artainment Worldwide Shows con la consulenza scientifica dei Musei Vaticani.

In una calda domenica che anticipa le miti e rinomate ottobrate romane entriamo, insieme ad un folto pubblico, nella grande Sala dell’Auditorium Conciliazione che può ospitare sino a 1759 spettatori, impazienti e sicuri che ci attende una rappresentazione da consigliare ai nostri lettori. Si tratta del  “Giudizio Universale. Michelangelo and the Secrets of the Sistine Chapel”. Le recensioni che ci hanno preceduto hanno scritto che si tratta di uno spettacolo inimmaginabile, di straordinaria bellezza e di indescrivibili emozioni che il pubblico presente riceve in questo viaggio di pura cultura.

E’ il primo live show italiano ed ha per protagonista assoluto un’opera artistica che racconta la genesi di un capolavoro della Storia dell’Arte e dell’umanità.

Quando le luci si abbassano e il brusìo si placa, le meraviglie della Cappella Sistina prendono vita partendo dal contesto storico, regalandoci estasi di emozioni visive. Tempo e spazio sono annullati e la purezza dell’arte entra nelle attenzioni del pubblico presente occupando ogni estensione cerebrale grazie a proiezioni a 270°, live performance, musiche coinvolgenti e straordinari effetti scenici. Da un lato l’azione fisica della performance teatrale e la magia immateriale degli effetti speciali, dall’altro la tecnologia più avanzata si mette al servizio di un racconto per parole e immagini mai visto prima. L’imponente impianto tecnologico “immersivo” permette allo spettatore un salto indietro nel tempo di oltre 500 anni, nella Roma del Rinascimento alla scoperta della storia e dei segreti di uno dei capolavori dell’arte mondiale, realizzato dal genio di Michelangelo.

Accompagnati dalla voce di Pierfrancesco Favino (Michelangelo), da una colonna sonora d’eccezione, nella quale al tema musicale originale – composto da Sting – si sommano le musiche di John Metcalfe,  e la co-regia di Lulu Helbek, gli spettatori vengono guidati alla scoperta della genesi della straordinaria Cappella, rapiti dalla magia della storia, del genio e della bellezza dell’arte che deve salvare il mondo da ogni forma deleteria per il bene dell’umanità.

«Circa tre anni fa, in Toscana, i produttori ed il team creativo mi hanno chiesto se volessi scrivere qualcosa per questo importante progetto – ha affermato Sting dopo aver assistito allo show – Ne sono stato attratto, perché ho visto diverse volte la Cappella Sistina, ma senza mai comprenderla nella sua completezza, essendo così grande. Guardando lo spettacolo stanotte, sono grato di esservi stato coinvolto, poiché mi sono immerso nella complessità e nello straordinario genio della visione di Michelangelo».

Lo show, divenuto in poco tempo una tra le maggiori offerte culturali romane, è stato visto, ad oggi, da oltre 150.000 persone, un dato che conferma la caratura internazionale dello spettacolo grazie alle migliaia di spettatori provenienti da Francia, Spagna, Germania, Inghilterra e dall’Asia.

Le voci di “Giudizio Universale” – oltre a quella di Pierfrancesco Favino per Michelangelo – sono di Luca Biagini per Clemente IV, Ennio Coltorti per Giulio II, Franco Mannella per il Camerlengo. I performer che fisicamente si alterneranno sul palco sono invece Valentino Infuso, Eugenio Di Fraia, Francesco Cordella, Pietro Rebora, Rimi Cerloj, Danilo Picciallo, Giacomo Corvaia, Desirè Balena, Federica Scaramella, Manuel William Rapicano, Alessandro Covarelli.

Bruno Cimino e Bruna Fiorentino

 


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento