Gli appuntamenti di ROMARAMA fino al 2 agosto

Prima domenica gratuita per tutti nei Musei Civici. Apre al pubblico fino al 3 agosto la piazza del Mattatoio. Al via anche la nuova stagione del Globe. Arisa alla Casa del Jazz, Tosca al MAXXI e Daniele Silvestri all’Auditorium
Redazione - 28 Luglio 2020

Nuova settimana di appuntamenti di Romarama e questi alcuni degli appuntamenti fino al 2 agosto 2020, mentre sul sito www.romarama.it il dettaglio delle iniziative e sul canale social @culturaaroma aggiornamenti quotidiani.

Si riapre all’incontro tra il pubblico e le arti performative lo spazio del Mattatoio, nel cuore di Testaccio con diversi progetti che ne attivano gli spazi interni e la piazza centrale, all’insegna dell’esplorazione di tutti i linguaggi della performance: dalle arti visive, alla danza, alla musica, al teatro. Dopo l’apertura nel Padiglione 9b della mostra di Andrea Galvani La sottigliezza delle cose elevate, progetto multidisciplinare a cura di Angel Moya Garcia che offre un laboratorio tra arte e scienza in collaborazione con vari dipartimenti dell’Università La Sapienza di Roma, il Mattatoio si prepara ad accogliere due nuove installazioni di artisti contemporanei che affrontano il tema della relazione dell’uomo con l’ambiente: Gaia di Luke Jerram e Thirst di Voldemārs Johansons, a cura di Ilaria Mancia.

Gaia è una suggestiva riproduzione della Terra vista dalla Luna che, dal 29 luglio al 3 agosto, sarà posizionata nel centro della piazza esterna del Mattatoio consentendo di riattraversare il suo grande viale centrale. Ospiterà anche un ricco programma di momenti performativi, incontri su tematiche ambientali, concerti, laboratori per bambini. Thirst è una video-installazione immersiva di un mare in tempesta che sarà allestita dal 31 luglio al 16 agosto  in uno dei teatri all’interno de La Pelanda (per informazioni sul programma e prenotazioni www.mattatoioroma.it).

A Palazzo delle Esposizioni, infine, ultima settimana per assistere agli scatti del World Press Photo 2020 e per ammirare sul sito e sui social dell’Istituzione la mostra Condizione Assange. Quaranta ritratti di Miltos Manetas.

Aree archeologiche, siti museali, installazioni, esposizioni: l’arte nella nuova settimana di Romarama è assoluta protagonista con iniziative importanti come l’entrata gratuita nei Musei Civici e nelle aree archeologiche dei Fori imperiali e Circo Massimo, che torna questa settimana in occasione della prima domenica del mese. Prenotazione obbligatoria allo 060608. Sono già a disposizione dei visitatori, invece (ogni giovedì, venerdì e sabato) le passeggiate di sera nell’area archeologica dei Fori Imperiali con partenza dai sotterranei di Palazzo Valentini fino al Foro di Cesare; mentre gli appassionati dell’archeologia etrusca potranno raggiungere la Centrale Montemartini per ammirare, dal 30 luglio, una terracotta che entrerà nel percorso espositivo della mostra Colori degli Etruschi. Tesori di terracotta alla Centrale Montemartini.

Anche questa settimana al via nuovi progetti vincitori dei bandi EUREKA!ROMA 2020-2021-2022 ed ESTATE ROMANA 2020-2021-2022. A cominciare dalla XIII edizione del festival franco-italiano di jazz e musiche improvvisate Una striscia di terra feconda, a cura dell’Associazione Teatro dell’ascolto che, giovedì 30 luglio, aprirà la propria stagione dalla Cavea dell’Auditorium con le esibizioni di Roberto Negro ‘Dadada’ e quella del Paolo Fresu Quintet con Filippo Vignato. L’area esterna del Teatro India sarà invece la sede di un’altra importante manifestazione: il festival Internazionale Fuori Programma, la kermesse a cura dell’Ass. E.D.A. dedicata alle più interessanti e recenti produzioni coreografiche e di danza contemporanea (28, 29 e 30 luglio). Prosegue inoltre  la settima edizione di Dominio Pubblico_La città agli under 25, il festival sperimentatore di nuovi linguaggi e nuove modalità di fruizione del teatro e delle arti dell’Ass. Cult. Dominio Pubblico (31 luglio, 1 e 2 agosto).

Continuano alla Biblioteca Laurentina – Centro Culturale Elsa Morante gli appuntamenti della manifestazione Science and the City. Esperienze Green per il futuro, un progetto a cura di Myosotis per riscoprire il territorio cittadino attraverso la scienza (28, 30 e 31 luglio).

Per I Concerti nel Parco alla Casa del Jazz il live set di Arisa nello spazio all’aperto di Villa Osio, al CineVillage Parco Talenti un ricco programma di proiezioni e incontri organizzati da Agis Lazio, che nello spazio verde del Parco Talenti porterà i grandi nomi del cinema italiano: Gabriele Muccino, Matteo Garrone e Marco Bellocchio. Giunge invece a conclusione Genius Loci. Dove abita il genio la manifestazione a cura di Open City Roma dedicata alla ricerca scientifica e alla tecnologia. Anche questa settimana continuano le attività negli spazi all’aperto in alcuni dei luoghi simbolo della città. A partire dal Circo Massimo, dove prosegue la grande stagione estiva del Teatro dell’Opera con la prima rappresentazione de La vedova allegra (31 luglio) e la programmazione del Circo Maximo Experience (fino al 13 agosto); fino ad arrivare a Villa Borghese, luogo in cui i cittadini potranno scegliere tra le serate di cinema di Caleidoscopio, la stagione estiva del Teatro all’aperto Ettore Scola a cura della Casa del Cinema, o la grande rappresentazione drammaturgica dell’unico teatro elisabettiano d’Italia: il Silvano Toti Globe Theatre diretto da Gigi Proietti, che dal 29 luglio partirà con la sua stagione numero diciassette. Dialogheranno idealmente tra loro molte delle manifestazioni di questa settimana, accomunate da una programmazione musicale di qualità: come quella del MAXXI, che nel suo spazio all’aperto proporrà, per EstatealMAXXI, i concerti di RomAraBeat e Moni Ovadia e di Tosca; o quella Cavea dell’Auditorium, il cui palco ospiterà i concerti di Daniele Silvestri e le esibizioni del Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Altre note arriveranno da Villa Osio, dove si alterneranno i grandi nomi della scena jazz.

Tra le opportunità rivolte ai cittadini, le iniziative didattiche di Patrimonio in Comune, con due visite itineranti nella città alla scoperta dell’arte e dell’archeologia e i servizi proposti da Le Biblionavette, il progetto itinerante delle Biblioteche di Roma che continuerà il suo viaggio nelle periferie cittadine portando le proprie attività di intrattenimento, formazione e sostegno negli spazi esterni del Centro Culturale Casale Caletto (28-30 luglio). Dai luoghi lontani dal centro al cuore della città, il filo conduttore della rappresentazione scenica attraverserà la città partendo dal palco del Teatro Tor Bella Monaca con lo spettacolo Elisabetta I Le donne e il potere (31 luglio, 1 e 2 agosto); proseguendo negli spazi all’aperto del Parco di Tor Tre Teste al Quarticciolo con l’esito finale del laboratorio teatrale del progetto Cantiere Amleto o la gioventù usurpata (31 luglio); per concludere poi al Teatro Argentina con l’anteprima del prossimo spettacolo Uomo senza mèta di Giacomo Bisordi. Una serata in cui il pubblico potrà assistere al processo creativo di uno spettacolo in fase di costruzione (30 luglio).


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti