Guidonia, Big Bang spinge per messa in sicurezza e valorizzazione di Santa Sinforosa

L'associazione renziana scrive al Ministro Franceschini e al sindaco di Guidonia e offre il proprio aiuto per il recupero del sito archeologico
Redazione - 9 Marzo 2015

L’Associazione Guidonia Big Bang, il 5 marzo scorso, in una lettera indirizzata al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali Dario Franceschini e al Sindaco di Guidonia Eligio Rubeis, ha portato in primo piano la delicata questione della Basilica di Santa Sinforosa, al km 17.400 della via Tiburtina Valeria, da anni abbandonata al degrado.

santa sinforosaL’importante sito archeologico comprende i resti della Basilica di Santa Sinforosa, la cui costruzione è databile tra il III secolo e la metà del IV sec. D.C, e rappresenta un luogo carico di storia. Si suppone che in questa Basilica fossero stati sepolti i resti mortali della Santa Sinforosa e dei suoi sette figli, fatti uccidere su ordine dell’imperatore Adriano.

“Come associazione politico-culturale – afferma il presidente del Guidonia Big Bang Salvatore Di Matteo – consapevoli dell’importanza di tale reperto e preoccupati per il suo stato d’abbandono, ci siamo rivolti alle autorità competenti affinchè non si spengano i riflettori su questa vicenda.
Come sottolineato nella lettera, la nostra associazione si è resa disponibile ad offrire competenze e volontà di cooperare – con forme e modi da stabilire – per favorire il recupero di questo bene e restituire alla collettività una pietra miliare della storia del territorio tiburtino.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti