Associazioni consegnano al Sindaco Marino firme per il recupero del Borghetto S.Carlo

Torquati: Puntare ad uno sviluppo sostenibile attraverso il recupero ed il riuso di strutture già esistenti
Redazione - 10 Luglio 2013

“Insieme ad una delegazione di Terra!, daSud e della Cooperativa Co.r.ag.gio, oggi alle ore 18, avrò il piacere di partecipare alla consegna al Sindaco Marino delle 10.000 firme raccolte per il recupero di Borghetto S. Carlo”. A renderlo noto il presidente del XV Municipio Daniele Torquati.

“Tale iniziativa – prosegue – è scaturita a seguito del presidio pacifico organizzato a metà Maggio dalla Cooperativa Co.r.ag.gio e dal Coordinamento romano accesso alla terra: a loro va il merito, dopo 10 anni dalla votazione della delibera n. 44 del 27 marzo 2003, di aver fatto riaccendere i riflettori su un tema che ritengo di vitale importanza per il nostro territorio.

Per anni abbiamo pensato che i servizi e le opportunità potessero arrivare solo attraverso il consumo di suolo, oggi abbiamo l’esigenza di puntare ad uno sviluppo sostenibile attraverso il recupero ed il riuso di strutture già presenti, mettendolo a disposizione di piccole imprese, cooperative e associazioni che contribuiscano, così, a far rivivere il nostro territorio incentivando la creazione di nuova occupazione.

Come Presidente del XV Municipio non ho potuto che accogliere con favore un’iniziativa che da una parte chiede il rispetto delle regole, e quindi dell’accordo di programma ormai decennale, e dall’altra ha un carico valoriale immenso che rispecchia quello che intendiamo realizzare come Amministrazione nei prossimi cinque anni”.

“Condivido a pieno l’iniziativa dei giovani delle associazioni che oggi consegneranno al sindaco di Roma, Ignazio Marino, 10mila firme. Offrire l’opportunità ai giovani agricoltori di poter utilizzare i terreni agricoli abbandonati – dichiara in una nota Marta Bonafoni, consigliera regionale del Gruppo Per Il Lazio – è una delle migliori strade per uscire dalla crisi attuale.

L’attenzione dimostrata dal sindaco Marino, accogliendo le associazioni, è un primo segnale di interesse da parte delle istituzioni che va sicuramente apprezzato. Con il consigliere regionale di Sel, Gino De Paolis, ad aprile ho presentato una proposta di legge affinché la Regione Lazio dia inizio ad un censimento delle terre pubbliche e si predispongano le adeguate procedure per la loro assegnazione ai giovani. In questo modo possiamo creare nuove opportunità lavorative schierandoci anche a favore dell’antimafia e della legalità, mettendo in campo azioni concrete per scongiurare che questi beni comuni vengano sottratti alle cittadine e ai cittadini della nostra Regione”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti