Il tendone rosso: teatro sperimentale, nuovo circo, musica e tanto altro

A Torre Maura al Parco delle Canapiglie, da venerdì 13 a domenica 22 settembre 
Redazione - 17 Settembre 2019

Appuntamento a Torre Maura al Parco delle Canapiglie, da venerdì 13 a domenica 22 settembre con Anomalie, il progetto artistico per la periferia organizzato da Kollatino Underground, giunto alla undicesima edizione.

Dieci giorni di spettacoli di teatro sperimentale, nuovo circo, musica, opere multimediali, e workshop presentati da compagnie che giungono da tutto il mondo.
Tutti i pomeriggi, si organizzano laboratori gratuiti per bambini e ragazzi per sperimentare il teatro-circo curati dalla associazione 238 di Alberto Longo – Hangar delle Arti.

L’ingresso è gratuito.

Il programma completo

13 settembre ore 21- Cabaret Bipolar di e con Shay Wapniaz e Costanza Bernotti. Quando il circo e il teatro si incontrano spesso accade che le emozioni diventano fiaba, ed è proprio in quei territori di confine tra i diversi linguaggi espressivi che talvolta prendono vita i diversi momenti dello spettacolo. Un’acrobata e un giocoliere, figure aeree e precari equilibri, in un’atmosfera di divertimento e suspence.

14 settembre ore 21 – Ivan Talarico in solopoesie.
Le poesie non sono fatte per esistere, dovrebbero essere soltanto pensate, al massimo dette a voce. Ivan Talarico in questo reading: tradisce la natura intima e volatile della poesia, leggendo le sue stesse poesie.

15 settembre ore 18.30 – Les Puces in Brava Carletta di e con Riccardo Serra e Carla Luciano (clownery e nuovo circo).
Un divertente mix di numeri di giocoleria ed equilibrismo contornati da dosi di clownerie, tra gag e colpi di scena.

16 settembre ore 18.30 – Concerto dei Butta Beat Riciclato, un gruppo di percussionisti che utilizza arnesi recuperati, dal secchio dell’acqua alla pentola abbandonata.
Ritmo, melodia e gioco stimolano la fantasia che, tramite il lavoro manuale, dona nuova funzionalità e vita ad oggetti destinati alla discarica.

17 settembre ore 18.30 – Ponentino Trio in concerto Roma lo senti er Ponentino.
Lo spettacolo attraversa con racconti, poesie, canzoni, il patrimonio culturale di Roma e dei suoi abitanti. Il repertorio canoro del Ponentino Trio è composto da stornelli e dalle più belle canzoni romane antiche e moderne.

18 settembre ore 18.30 – Roma è Femmina di e con Alessandra Magrini spettacolo di teatro canzone.
Un viaggio consapevole delle voci femminili che hanno contribuito alla rappresentazione dell’archetipo femminile nella romanità. Arrangiamento e accompagnamento musicale sono di Antonio Carboni. Concerto jazz per contrabbasso e musiche tattili.
19 settembre ore 18.30 – Compagnia Pane e Circo in The Floor is Lava, uno spettacolo di acrobatica aerea, equilibrismo e giocoleria.
Alle pendici di un vulcano, un goffo avventuriero dovrà fare i conti con la dea, dopo aver profanato la pietra sacra.

20 settembre ore 21 – Chien Barbu Mal Rasè in El Trio Churro, spettacolo di clown teatrale, giocoleria e improvvisazione.
Due scalmanati circensi promettono di raccontare la storia del circo dalla sua nascita ad oggi, ma qualcosa va storto.

21 settembre ore 21 – Compagnia Valdrada in Fearless, diretto e interpretato da Chiara Becchimanzi, alle chitarre Alessio Righi.
Un’esilarante love&sex therapy di gruppo, per cercare di capire cosa vogliono le donne, e se sia poi così diverso da quello che vogliono gli uomini.
A seguire Michele Moi Aka Ziganviolin, violinista ed autore di colonne sonore per teatro circo & teatro ragazzi, si esibirà in un concerto in cui presenterà parte del suo repertorio originale, unito ad un dj-set dal sapore world music con le contaminazioni gipsy del suo violino elettrico.

22 settembre ore 18.30 – Cirus Follies di e con Jacopo Candeloro (Italia) e Flor Luludì (Argentina).
Spettacolo comico di giocoleria ed equilibrismo. Un eccentrico giocoliere e la sua assistente mettono in scena una collezione di esibizioni originali creando un’atmosfera comica tra virtuosismi, momenti ridicoli e sorprese inaspettate.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti