Laboratorio Analisi Lepetit

L’agenda del Parco 2021: 1-15 aprile. La via Prenestina nei primi secoli: Villa dei Gordiani

Olga Di Cagno - 11 Aprile 2021

7. Alla fine del periodo repubblicano, al di fuori dell’Urbe cominciano a sorgere le villae, bellissime case di campagna utilizzate come centri di aziende agricole e luogo di riposo e di svago dalle classi più abbienti.

In genere sono costituite da un insieme di edifici adibiti a funzioni diverse: abitazione, locali di rappresentanza, granai, giardini e – soprattutto in età imperiale – luoghi di svago (terme, biblioteche, ecc.).

Un esempio di queste è la cosiddetta Villa dei Gordiani, tra il II e il IV chilometro della via Prenestina. Il suo nome deriva dai tre imperatori della famiglia dei Gordiani, che alla metà del III sec. d.C. ne tennero la proprietà e forse la residenza.

La Villa, però, narra una storia ben più antica: alcune parti del complesso, per esempio, risalgono al II secolo a.C. (il periodo della fine della Repubblica Romana) e furono sicuramente utilizzate durante i primi periodi dell’Impero di Roma.Parco Villa dei Gordiani: i monumenti

Cisterne, condotti idraulici, ambienti destinati alla vita privata del dominus (il proprietario della villa), un ninfeo, due aule ottagone e un mausoleo rotondo (datato inizi del IV sec. d.C.) sono le strutture che passeggiando nel parco si possono ancora ammirare, anche se, purtroppo, solo attraverso una recinzione di sicurezza e senza alcuna indicazione utile alla loro identificazione.

Rivivono gli antichi fasti

Da alcuni anni, grazie all’impegno di alcune realtà culturali del territorio, le vestigia di Villa dei Gordiani ospitano rappresentazioni che fanno rivivere i protagonisti dell’antica Roma.

L’Agenda a puntate


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti