Lepanto: aggressione selvaggia a un clochard

Malmenato da tre nomadi per pochi spiccioli
Mariagaia Metrangolo - 11 Maggio 2015

3.30, viale delle Milizie. Era notte inoltrata quando tre nomadi non identificati hanno aggredito violentemente un clochard che dormiva in strada nei pressi della fermata della metro A  ‘Lepanto’.

Calci e pugni selvaggi hanno svegliato brutalmente il cittadino ecuadoriano senzatetto che, stordito dalla birra bevuta, si era addormentato in un angolo del marciapiede.

È stato un passante ad accorgersi della situazione e a chiamare immediatamente i soccorsi. Il medico del 118 intervenuto, resosi conto dell’avvenuta aggressione, ha a chiesto l’intervento della polizia.

“A un certo punto – ha raccontato la vittima agli investigatori – mi sono sentito prendere a calci. Stavo dormendo e mi sono svegliato di soprassalto. Ero sdraiato in terra e tre nomadi mi stavano prendendo a botte. Poi hanno iniziato a frugarmi nelle tasche, mi hanno preso pochi euro e sono fuggiti”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti