Nasce il Sindacato delle Partite IVA

E' il Felsa-Cisl( Federazione Lavoratori Somministrati Autonomi ed Atipici)
di Franco Leggeri - 7 Febbraio 2010

Mercoledì 10 febbraio alle ore 10.30. al Centro Congressi Cavour, nell’omonima via al civ. 50/A, nel corso del Convegno “ Lavoro autonomo e atipico. Obiettivi e politiche per una nuova rappresentanza”, il Segretario Generale del Sindacato Cisl, Raffaele Bonanni, darà vita al Felsa il Sindacato delle partite IVA.. In Italia ci sono 8.800.000 di Partite IVA. Nel 2009 c’è stato un aumento di 117 mila Partite IVA rispetto al 2008. Leggendo i dati si potrebbe pensare che molte persone, non riuscendo a trovare lavoro, siano diventati “Imprenditori di se stessi” e, quindi, si sono messi in proprio . In moltissimi casi non è assolutamente così. Molti Lavoratori sono stati costretti ad aprirsi la Partita IVA, sottoricatto, per mantenersi il proprio posto di lavoro. Le Aziende, così facendo, risparmiano il 25% rispetto ad un contratto di dipendenza. Il Lavoratore, con la Partita IVA, si trova, invece, ad essere sempre un dipendente della medesima azienda, ma con più tasse da pagare e senza assistenza sociale alcuna,e la pensione sarà, per il Lavoratore, solo una chimera.

In Italia, per causa della crisi economica, i contratti a termine sono calati del 9,4%, le collaborazioni a progetto del 12,1% e quelle occasionali del 19,9%, a fronte di questi dati si registra un aumento delle aperture di Partite IVA. In Italia i possessori di una Partita IVA rappresentano il 27% dell’occupazione complessiva, il triplo rispetto alla Danimarca e il Lussemburgo, il doppio rispetto alla Germania, Gran Bretagna, Francia e Olanda. La Cisl sarà con Felsa una difesa per questi Lavoratori. La Felsa è già operativa, dall’Ottobre del 2009 in molte città italiane, nata dalla decisione della Cisl di accorpare l’ALAI e il CLACS. In questa Federazione , con poco più di 50.000 iscritti, sono impiegati come quadri, operatori e dirigenti molto giovani, donne e uomini provenienti dai mondi associati, molti under 30, diplomati, alcuni freschi di laurea di Università, che hanno scelto di lavorare nel Sindacato e con la Cisl a difesa e tutela del “Popolo delle Partite IVA”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti