Necessario un servizio Atac di assistenza passeggeri

A proposito dei disagi delle linee dei tram 3, 5, 14, 19, sostituite da autobus che fanno lo stesso percorso

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Signor Direttore,, voglio fare una considerazione con Lei.
Oggi ho notato che le linee dei tram 3, 5, 14, 19 sono sostituite da autobus che fanno lo stesso percorso.
Fin qui tutto bene.
Non conosco i motivi perché questa variazione, i problemi possono essere tanti e giustificati, per cui prendiamo atto e andiamo avanti.
Consiglierei ai dirigenti dell’Atac di seguire le variazioni e non produrre difficoltà ai passeggeri.
La fermata di Porta Maggiore è un snodo importante, per una serie di motivi, dove tanti passeggeri cambiano cambiano linea di collegamento e spesso vi sono passeggeri anziani e turisti che hanno bisogno di assistenza.
L’Atac deve ( e non dovrebbe) predisporre un servizio mobile di assistenza con personale che non deve stare nel box ad attendere richieste di informazioni, ma vicino al passeggero.
Oggi alcuni passeggeri abbiamo dovuto fermare la linea 5 per consentire ad una persona anziana, con difficoltà deambulatorie, che stava aspettando l’arrivo del Tram nessuno Le aveva detto che era sostituito dall’autobus.
La stessa cosa è successa a dei turisti che con grosse valigie aspettavano l’arrivo del tram.
Ci vuole così poco risolvere i problemi che si resta meravigliati nel constatare che un’azienda così grande non si adoperi a facilitare il servizio per i passeggeri.
Grazie Direttore
Antonio De Paolis


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Un commento su “Necessario un servizio Atac di assistenza passeggeri

  1. Queste informazioni dovrebbero darle gli autisti dei tram. Ma gli autisti si lamentano che lavorano troppo per dare qualche informazione in più ai passeggeri. Magari aumentando un po’ lo stipendio agli autisti si potrebbe rimediare a questo disservizio?
    Meditate meditate…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati