Occupata l’ex chiesa di San Cirillo a Tor Sapienza

Nella stessa giornata occupato anche uno stabile in via Santa Croce in Gerusalemme ed i locali dell'ex dogana allo scalo di San Lorenzo
di M.G.T. - 14 Ottobre 2013
Abitare A Settembre 2019

La chiesa si sposta in un’altra sede e quella vecchia viene occupata. La struttura in questione è quella di San Cirillo a Tor Sapienza, che da circa un anno ha cambiato ubicazione trasferendosi dal piccolo palazzo di via Balestrini alla nuova costruzione di viale Giorgio Morandi, che è stata presa di mira dalla Ram (Resistenza abitativa metropolitana) pronta a farne la propria abitazione.

L’occupazione è avvenuta sabato 12 ottobre in occasione della terza giornata dello ‘Tsunami Tour ‘, in cui cittadini senza casa si stanno impossessando di alcuni immobili vuoti della Capitale. Così una trentina di persone, quasi tutti già residenti a Tor Sapienza, si sono stabiliti nell’ex chiesa ancora di proprietà del vicariato.

roma-casa“Papa Francesco ha detto ‘Apriamo le porte ai bisognosi’ – hanno affermato alcuni occupanti – Ecco i bisognosi sono arrivati e si sono aperti da soli le porte”. All’interno della struttura sono ancora attive le utenze di luce e acqua, inoltre i nuovi ‘inquilini’ hanno trovato anche dei materassi e delle coperte probabilmente appartenenti a chi è passato di lì prima di loro.

Nella stessa giornata sono stati occupati uno stabile in via Santa Croce in Gerusalemme ed i locali dell’ex dogana allo scalo di San Lorenzo. Il primo ha visto in azione gli attivisti di Action attualmente presenti all’interno della struttura, mentre il secondo è stato occupato e subito abbandonato dagli aderenti al Movimento per i diritti dell’abitare.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti