Padre Claudio Santoro e “Un Sogno che continua” al Palatino

Il settembre 2022 centinaia di persone sono salite nel giardino storico del Convento di San Bonaventura per onorare la sua memoria
Aldo Zaino - 19 Settembre 2022

Il 18 settembre 2022 centinaia di persone, parenti, amici, parrocchiani, conoscenti sono saliti nel giardino storico del Convento di San Bonaventura al Palatino per partecipare all’evento “Padre Claudio Santoro: un sogno che continua” dedicato a una figura di grande umanità che continua a vivere fra la gente.

Un evento preparato alla perfezione da mesi da Padre Carlo Cavatton che ha sostituito P. Claudio nella gestione della Casa Famiglia Lodovico Pavoni, da Fabio Palladino, ideatore e organizzatore dell’evento, con la collaborazione di Clara Santini co-fondatrice e sua collaboratrice nella gestione della Casa Famiglia.

A rappresentare il V Municipio di Roma Capitale il Presidente Mauro Caliste che ha raccontato commosso la sua vicinanza al sacerdote. Presenti fedeli della Parrocchia di San Barnaba di Torpignattare dove Padre Claudio ha eserciato il suo servizio Sacerdotale e Associazioni tra le quali gli Amici del Sei del Prenestino Doc guidati da Ofelia del Duca.

L’evento “Un Sogno che continua” è iniziato alle ore 16.00 con la presentazione degli storici Luciano Sciandra e Olga Di Cagno Archeologa e guida turistica, che hanno fatto apprezzare ai presenti il luogo che ha ospitato la commemorazione di una figura carismatica, ricordata da tutti per il suo incessante e umile impegno per ragazzi e famiglie disagiate.

Padre Claudio Santoro negli anni 80 a Roma ha operato in una realtà caratterizzata da forti disagi sociali, l’attuale V Municipio racchiuso tra le vie Prenestina, Casilina, Tuscolana. In questo quadrante, ha fondato l’Associazione Casa Famiglia Lodovico Pavoni, che è divenuto in poco tempo una struttura di accoglienza, un centro di aggregazione giovanile, un luogo per stabilire rapporti sociali positivi e ritrovarsi come in famiglia.

Famoso è il campetto ancora molto frequentato ancora oggi dove sono passati tantissimi ragazzi, che poi da grandi sono diventate persone importanti tra questi ad esempio il Presidente  Mauro Caliste, che ha conosciuto e sostenuto con la sua amicizia e apprezzato l’opera di Padre Claudio Santoro ed oggi sta progettando iniziative concrete per ricordare questa fervida figura di “uomo straordinario, di rara umanità” come lo ha definito al termine del suo commosso intervento.

Fabio Paladino ideatore dell’evento ha riferito, commosso, al pubblico: “Ho avuto sempre  con me una guida, quella di Padre Claudio, non sarei sato in grado di organizzare questo evento senza la sua ispirazione”.

Toccante anche l’intervento di Padre Carlo Cavatton (Rappresentante legale dell’Associazione Casa famiglia Lodovico Pavoni) che parlando del suo predecessore. Padre Carlo ha riferito ai presenti una frase da lui pronunciata nei suoi riguardi se già come già prevedesse che lui avrebbe continuato a gestire la sua creatura prediletta, la Casa Famiglia Lodovico Pavoni.

La Sposa di Maria Pia

Clara Santini (co-fondatrice Associazione Casa Famiglia Lodovico Pavoni ) segno tangibile della continuità sul territorio d tutte le attività nate attraverso la benevolenza e l’operosità di Padre Claudio Santoro, già Vice Parroco  di San Barnaba Apostolo. Oltre a raccontare degli aneddoti riguardanti P. Claudio, ha consegnato ai rappresentati del paese natio giunti a Roma per l’evento la veste talare bianca indossata da Padre Claudio il giorno della sua Consacrazione a Dio. Clara nel momento della consegna si è espressa in questo modo: questo vestito è rimasto con noi a Roma per 40 anni, è giusto che da oggi lo conserviate voi per qualsiasi evenienza che in futuro Dio vorrà riservare a Padre Claudio.

All’iniziativa del 18 settembre sono intervenute persone di rilievo: il campione sportivo Francesco Candela, Antonio Gaetano Palladino (Presidente Associazione Generazioni e Futuro APS), Francesco Pastorella (Director Sustainability & Community Relations Department AS Roma), Barbara Funari (Assessore alle Politiche Sociali e alla Salute del Comune di Roma Capitale(, Luigi Berlusconi (sindaco Lurago Marinone).

Dalle ore 18.00 si sono esibiti sul palco allestito nell’antico cortile con straordinaria vista su Roma antica, gli artisti: il cantautore Stefano Borgia; la cantane ukraina Oksana Mukhha; il coro Heart Gospel in Music, diretto dalla vocal coach Johanna Pezone. L’evento è stato condotto da Nicolò Carosi. La serata evento è stata dedicata a Mia Mertini. La direzzione artistca e stata affidata a Michele Vitello, noto regista e organizzatore di eventi.

All’evento non è mancato un gustosissimo rinfresco, preparato dalla Ditta Corsetti di Piazza Roberto Malatesta di Roma.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti