Più di 80 le imprese in lizza per aggiudicarsi il restauro del Colosseo

Galan: “Una partecipazione degli imprenditori di cui andare fieri”. Alemanno: “Dal MiBac un’autentica buona notizia”
di Serenella Napolitano - 29 Settembre 2011

“Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali Giancarlo Galan – si legge in una nota del 27 settembre 2011, alla chiusura della fase di presentazione delle richieste di partecipazione (prequalifica) da parte degli operatori economici interessati per il restauro del Colosseo, ha espresso la sua soddisfazione per l’incoraggiante manifestazione d’interesse arrivata dal mondo imprenditoriale”.

Nei primi giorni di agosto sono stati pubblicati i bandi di gara relativi ai primi due appalti del Piano degli Interventi scaduti il 27 settembre 2011 “Nella prima fase, con la formula della procedura ristrettasi è stata proposta al mercato la progettazione esecutiva e l’esecuzione del restauro del prospetto settentrionale e di quello meridionale del Colosseo oltre che della realizzazione delle cancellate poste a chiusura dei fornici del primo ordine”. Sempre nella nota ministeriale si legge che “è stata inoltre bandita la progettazione e l’esecuzione,con acquisizione del progetto definitivo in fase di offerta, dei lavori perla realizzazione di un centro servizi entro il terrapieno compreso tra via Celio Vibenna e la piazza del Colosseo. Nella seconda fase, dopo la verifica dei requisiti, alle ditte prequalificate sarà inoltrata la lettera di invito a presentare offerta”.

“L’iniziativa riguarda un monumento unico al mondo e per questo impone una particolare attenzione – sottolinea il ministro Galan – Per il primo bando, quello relativo al restauro, sono pervenute 43 richieste mentre per il secondo, finalizzato alla realizzazione del Centro servizi, ne sono arrivate 45 – conclude Galan – Una partecipazione degli imprenditori di cui andare fieri”.

Alla nota del MiBac ha risposto il sindaco di Roma, Gianni Alemanno:“La velocità con cui il Mibac ha chiuso la fase delle candidature per i primi due appalti che riguardano il restauro del Colosseo è una autentica buona notizia, che dimostra il grado di attenzione rivolto dal mondo imprenditoriale al patrimonio storico della nazione, un interesse indubbiamente incoraggiato dalla disponibilità e dal senso di responsabilità di cui per primo ha dato prova l’imprenditore Diego Della Valle. Questo risultato è il frutto di una concertazione positiva avviata tra le istituzioni e i privati, che inaugura un modello di collaborazione assolutamente replicabile per la valorizzazione dei beni culturali. Ora l’auspicio è che le manifestazioni d’interesse possano tradursi al più presto nell’avvio dei lavori, in modo che le opere siano cantierizzate e concluse come da programma. Restituire al mondo, nella sua rinnovata bellezza, il monumento simbolo del nostro Paese è un obiettivo che merita lo sforzo congiunto di tutti”.
 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti