Laboratorio Analisi Lepetit

Polemiche, denunce ed indagini dopo l’ultimo sgombero del 12 settembre 2013 in via Salviati

Chiesta dall'associazione 'Nazione Rom' un'indagine all'Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali della Presidenza del Consiglio
M.G.T. - 24 Settembre 2013

Continuano le polemiche sulle modalità di sgombero dell’insediamento abusivo di via Salviati del 12 settembre 2013. Dopo la denuncia di Amnesty Internacional che parla di “ripetute violazioni dei diritti umani” durante le operazioni che hanno visto protagoniste oltre 35 famiglie rom provenienti dal campo nomadi di Castel Romano, questa volta a schierarsi in difesa della comunità è l’Associazione ‘Nazione Rom’ che ha aperto un’indagine in merito al caso all’Unar (Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali della Presidenza del Consiglio).

salviati 1“La comunità rom da mesi – affermano dall’associazione – sta conducendo una protesta contro l’apartheid nella quale è confinata. Nelle operazioni di questi giorni sono stati distrutti e gettati effetti personali, coperte, zaini con i libri di scuola dei bambini. Le famiglie coinvolte nello sgombero hanno consegnato un filmato ad alcuni attivisti per i diritti umani – continuano – dove era possibile vedere come uomini, donne e bambini venivano presi a schiaffi, strattonati, percossi ed umiliati”.

A fronte di queste considerazioni l’Associazione ‘Nazione Rom’ chiede la chiusura dell’ufficio nomadi del Comune di Roma ed un incontro congiunto con il Ministero per l’Integrazione e con la Conferenza delle Regioni e delle Provincie per valutare la situazione.

L’operazione non ha soddisfatto neanche i politici locali di opposizione, “Lo sgombero farsa di via Salviati – ha dichiarato Daniele Rinaldi di Fratelli d’Italia V municipio – è la dimostrazione dell’incapacità della nuova amministrazione capitolina relativamente alla questione nomadi: certamente non è risolto il problema poiché le famiglie del campo si sono spostate sul prato di fronte” (ed altri in via della Martora, poi sgomberati a loro volta una settimana dopo – ndr).

Anche il presidente del confinante IV municipio Emiliano Sciascia conferma che:  “L’area accanto a via Salviati è stata nuovamente occupata e i Rom vi stazionano in condizioni igieniche e ambientali disastrose. Anche nelle aree limitrofe si stanno moltiplicando i micro insediamenti, difficili da tenere sotto controllo, malgrado l’impegno e gli interventi del V e del IV Gruppo della Polizia Locale. Raccolgo le voci dei cittadini della zona e degli stessi Rom, nel chiedere di moltiplicare gli sforzi per risolvere l’attuale emergenza e perché possa essere avviato un tavolo di confronto che coinvolga il Campidoglio e le Associazioni, per prendere in esame la problematica in senso complessivo per tutta Roma”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti