Porta Maggiore, danni “estremamente contenuti”

La Sovrintendenza Capitolina: "intervento di verifica e pulitura già effettuato in mattinata. Impatto sul traffico veicolare e pedonale nullo"
Comunicato stampa - 14 Giugno 2022

Questa mattina, intorno alle 6.15, si sono staccati alcuni frammenti di tufo all’altezza del ‘rinfianco’ destro del terzo fornice dell’acquedotto, sulla destra di Porta Maggiore, cadendo sul marciapiede alla base del muro di spalla, senza causare alcun danno a persone o cose”. Così la Sovrintendenza Capitolina in una nota.

“I tecnici della Sovrintendenza, intervenuti tempestivamente sul posto, hanno constatato il distacco della ridottissima porzione e sono state subito avviate le verifiche dello stato di conservazione della parte di monumento circostante, per individuare eventuali altri punti di usura da consolidare. Si è reso necessario l’utilizzo di un cestello elevatore per raggiungere il punto danneggiato ed eliminare anche la vegetazione infestante sia a terra che in elevato”.

“Ad una prima verifica”, prosegue la Sovrintendenza, “non sembrano esserci ulteriori danni, anche perchè il distacco di questa mattina è di dimensioni molto limitate. L’area momentaneamente interdetta al transito, per consentire le operazioni di verifica, non ha impatto sul normale traffico veicolare e pedonale, in quanto dedicata a passaggio di servizio di ATAC”.

“Lo stato di conservazione complessivo del monumento”, conclude la nota, “è comunque buono”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti