Primo weekend natalizio, cultura ed eventi in tutta Roma

Redazione - 7 Dicembre 2019

Arriva il Natale e l’accoglienza che Roma gli riserva è in grande stile, con il primo weekend delle feste tra Immacolata a piazza Mignanelli e l’albero – la versione 2019 del mitico Spelacchio – che prende posto e s’illumina a piazza Venezia.

Non meno iridescente il programma di cultura e spettacolo per le giornate del 6, 7 e 8 dicembre: visite alle mostre, incontri per bambini e adulti, attività d’ogni genere, eventi, spettacoli, concerti. Con un corposo bouquet di appuntamenti gratuiti per i possessori della MIC Card  e non solo.

Cominciamo appunto dal “weekend della Mic” con i concerti nei Musei Civici “dal Rinascimento al jazz”, tra i quali un’autentica chicca: le Suite per violoncello di Bach eseguite alla viola, sabato 7 al Museo Barracco. E proseguiamo sabato e domenica con le “visite tattili” al Museo di Zoologia, al Museo di Roma (Palazzo Braschi) e al Casino Nobile di Villa Torlonia; visite molto speciali, in cui viene superato l’abituale diktat d’ogni museo: guardare e non toccare. E poi le visite ai siti archeologici (gratis per chi la Mic) e la mostra su Aquileia romana e medievale all’Ara Pacis. E quella su Canova, vero must di stagione.

E ancora: Roma tra passato e futuro a 170 anni dalla Repubblica Romana (1849), all’omonimo museo. E la casa di Moravia, la famiglia Bonaparte al Museo Napoleonico, i gioielli di Maria Paola Ranfi alla Casina delle Civette, una full immersion nelle tradizioni romane al Museo di Roma in Trastevere (con un attore come guida), stelle lontane e animali “da paura” al Museo di Zoologia, L’Ara com’era all’Ara Pacis (ormai un riferimento in materia di realtà aumentata e tecniche “immersive”) e la gemella Circo Maximo Experience al Circo Massimo.

E le mostre: da quella già citata su Canova a Luca Signorelli, dai ritrovamenti di capolavori trafugati (Campidoglio, Palazzo dei Conservatori) ai Colori degli Etruschi alla Montemartini, da Moholy-Nagy e la Bauhaus alla Galleria d’Arte Moderna alle foto di Inge Morath (Museo di Roma in Trastevere), dalla scultura di Giancarlo Sciannella ai Mercati di Traiano ai documenti della missione archeologica italiana in Sudan (Museo Barracco)… fino al Palaexpo, dove tra l’altro si possono vedere i “mostri di scena” di Carlo Rambaldi e del gruppo Makinarium, compresi King Kong ed ET.

E infine teatro, concerti di classica e jazz, lectiones magistrales tra Argentina, Casa del Jazz e Auditorium (dove come ogni anno, tra l’altro, si pattina sulla pista di ghiaccio che apre questo weekend).

Il Natale romano parte dunque nel segno della ricchezza di occasioni e di un’ampia gamma di stimoli per diversi gusti e diverse età. Qui abbiamo fatto solo qualche cenno, qui invece il programma completo e dettagliato.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti