Regione Lazio in missione all’EXPO a Dubai

Due giorni di impegni della delegazione per lanciare turismo ed economia territoriali
Redazione - 6 Marzo 2022

Partirà domenica 6 marzo 2022 la delegazione di 30 imprenditori del Lazio, guidata dal Presidente della Regione Nicola Zingaretti, che parteciperà all’Esposizione Universale di Dubai per presentare a un pubblico internazionale il fitto elenco di eventi e iniziative regionali per l’innovazione sostenibile, per promuovere le bellezze, le eccellenze e le specificità del territorio e rilanciare il turismo e l’economia laziale. Alla delegazione regionale parteciperanno oltre all’ assessore Orneli rappresentanti di imprese di settori sia innovativi che tradizionali, Angelo Camilli, presidente di Unindustria, Lorenzo Tagliavanti presidente della Camera di Commercio di Roma e il Convention Bureau di Roma e del Lazio.

“Due giorni fitti di appuntamenti con l’impegno e l’obiettivo di avviare nuovi contatti e rapporti commerciali e di aprire nuovamente il Lazio al mondo. Dopo due anni di pandemia, rilanciamo la vocazione internazionale delle nostre  imprese, guidate da donne e uomini con idee e progetti  che meritano di essere sostenute. Il tessuto economico della regione è vivo e vivace e soprattutto il ventaglio dell’offerta è amplissimo. Nel Lazio ci sono 250 tra musei e gallerie, 30 parchi archeologici, 6 siti Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Ci sono città e piccoli borghi capaci di accogliere i turisti in modo ospitale e creativo, offrendo servizi di qualità. Prodotti enogastronomici e di artigianato che rappresentano vanto ed unicità nel mondo intero. Abbiamo una delle più importanti aree di Ricerca Sviluppo e Innovazione in Italia, con eccellenze di livello mondiale. E noi vogliamo portare tutto questo proprio all’Expo di Dubai, in questo momento la più grande vetrina a livello internazionale, con incontri mirati per spiegare che visitare e investire nel Lazio è la scelta migliore”, spiega il Presidente Zingaretti.

Nel corso della prima giornata verrà presentato agli stakeholder provenienti da tutto il mondo lo spot ‘La scelta migliore dal 300 a.C.’ realizzato da Saatchi & Saatchi e diretto da Francesco Quadrelli con la produzione di Think Cattleya, in cui in un minuto vengono raccontate le bellezze culturali e paesaggistiche che rendono la regione Lazio un unicum come quantità e qualità del patrimonio culturale, storico, enogastronomico e non solo per la presenza di Roma.

Saranno anche illustrate alcune delle iniziative che la Regione Lazio ha messo in campo per attrarre sempre più visitatori come, ad esempio, la campagna ‘Nel Lazio con Amore’ che prevede un bonus di 2.000 euro per le coppie italiane e straniere che decidono si sposarsi nel Lazio, un modo per rilanciare la filiera del wedding e promuovere il turismo provato dalla recente crisi economica, e ‘Più notti, Più sogni + Experience’ che permette a chi viaggia di usufruire di uno sconto in base alla durata del soggiorno e offre incentivi agli operatori del settore. Al centro del dibattito anche la partecipazione ai grandi eventi come la “Ryder Cup 2023’ e, tra le novità, anche la ‘Rete delle Dimore storiche e dei giardini del Lazio’ che oggi comprende oltre 170 luoghi, finalmente fruibili e aperti alle comunità e ai turisti di tutto il mondo.
Durante la visita all’Expo il Presidente Zingaretti farà tappa anche allo stand dell’Ucraina.

Il giorno successivo invece sarà sottoscritto dalla Camera di Commercio di Roma, rappresentata dal Presidente Lorenzo Tagliavanti con la Camera di Commercio e Industria di Dubai, rappresentata da presidente H.E. Hamad Buamim, alla presenza del Presedente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, un Memorandum d’Intesa per sviluppare la cooperazione tra le due Camere, grazie alla quale creare un ambiente di crescita e sviluppo delle rispettive realtà imprenditoriali, in particolare su grandi temi dell’innovazione sostenibile, quali per esempio le nuove tecnologie per la cura delle persone e dell’ambiente, la sicurezza cibernetica e l’agricoltura di precisione.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti