Riaprirà il mercatino di Villa Fassini?

Espositori e organizzatori sperano in un risultato positivo dell'incontro previsto il 24 settembre con il municipio
di Federico Carabetta - 23 Settembre 2015

Ancora chiuso il mercatino domenicale di Villa Fassini. Il IV  municipio ancora non ha deliberato per la sua ripresa.

Ecco l’ultimo resoconto della situazione oscura del mercatino inviataci dai suoi organizzatori che saranno costretti ad un ulteriore incontro il 24 settembre in municipio nella speranza che l’assurda vicenda che si trascina da quasi due anni, abbia a finire.

“Dal nostro incontro del 23 giugno in municipio tra una rappresentanza degli espositori e i rappresentanti del municipio IV  nelle persone di Maria Rita Capponi direttore del municipio e l’Assessore al Commercio Laura Pastore,  è emersa la disponibilità del municipio per una pronta riapertura del mercatino. Da allora però, complice anche la pausa estiva, poco è stato fatto e quel poco anche lentamente. Le varie commissioni che si sono succedute (sociale, cultura, commercio…) hanno deliberato a favore della riapertura. Dovrebbe mancare quindi la sola delibera del consiglio municipale che potrebbe essere fissata a giorni, salvo ulteriori imprevisti. Purtroppo per la lentezza della burocrazia siamo chiamati a dover riorganizzare un ulteriore incontro con il municipio per valutare a che punto si trova la pratica.
MercatinoVillaFassiniQuesto ennesimo confronto tra espositori ed amministratori si terrà giovedì 24 settembre 2015. Da questo dovrà emergere quanto è stato fatto dall’amministrazione fino ad oggi. Ricordiamo che dal passato mese di gennaio, cioè in 10 mesi, siamo stati autorizzati ad aprire il mercatino solo per 4 domeniche. Questo ha creato difficoltà economiche a centinaia di espositori, senza contare i problemi a noi organizzatori perché le risorse provenienti dal mercatino vengono utilizzate tra l’altro per la sicurezza e la pulizia del parco di Villa Fassini sul quale si riversano i piccoli alunni di tre complessi scolastici, e che viene quotidianamente sporcato e vandalizzato da incivili”. Giovedi 24 settembre chiederemo al municipio risposte certe ed immediate”.

Assurdo: il IV municipio, da circa due anni, incurante della crisi economica in atto, invece di favorire le legittime attività dei suoi amministrati, le ostacola caparbiamente. Attività che pur se saltuarie e minime ugualmente contribuiscono a portare un contributo finanziario a numerose famiglie. Non vogliamo raccogliere le insinuazioni dei frequentatori del mercatini che parlano di autentiche vessazioni e puntiamo invece sull’ingratitudine.

Sono difatti sommamente ingrati il municipio e di più il Comune di Roma capitale, verso questi cittadini che suppliscono egregiamente all’incapacità di mantenere decorosi e sicuri i giardini pubblici e che – da circa 15 anni e ininterrottamente – si sono fatti carico di garantire il decoro a un luogo verde di svago, di incontro e socializzazione per un popoloso agglomerato di case.

E’ d’uopo evidenziare che gli espositori del mercatino che finanzia il verde pubblico, sono tutt’altro che commercianti, bensì comuni cittadini bisognosi di rimpolpare magre disponibilità finanziarie o addirittura di trovare qui come sbarcare il lunario riciclando abiti dismessi e oggetti di casa scartati. È tra questi emblematico un giovane disoccupato, classico”sgombra cantine”  che espone un’accozzaglia di oggetti tra cui però un bibliofilo – costante frequentatore – viene puntualmente premiato della sua assidua frequentazione, reperendo e pagando pochi spiccioli, libri rari altrimenti destinati alla discarica.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti