Scoperta necropoli a Pietralata

Un barista di venticinquenne anni mentre insegue il gatto trova un colombario in via di Pietralata, 196
di M.G. T. - 18 Ottobre 2012

Da semplice barista a novello Indiana Jones di periferia. Questa l’avventura di un venticinquenne di Pietralata che, martedì 16 ottobre 2012, mentre era impegnato nella ricerca di un gatto intrufolatosi in una grotta, nei pressi di via di Pietralata 196, ha scoperto una necropoli di origine romana mai emersa prima. 

Il giovane, che lavora come barista in viale Palmiro Togliatti, è rimasto sorpreso quando si è trovato davanti a teschi, femori e loclui scavati nel tufo. "Recentemente si era aperta una voragine – ha affermato il venticinquenne – Sono finito là dentro ed è stata una cosa impressionante. mi sono sentito un esploratore. Uno va dietro casa è finsice per sentirsi come Indiana Jones."

Dopo aver compreso l’importanza del luogo in cui si trovava, il ragazzo ha avvertito la polizia che ha vvisato tempestivamente la Soprintendenza per i Beni Culturali di Roma Capitale che provveduto a recintare la grotta e verificare lo stato della volta che sovrasta grotta per prevenire eventuali cedimenti. "Probabilmente si tratta di tombe di epoca romana – hanno confermato gli addetti della sovraintendenza – Inoltre al suo interno abbiamo rinvenuto la presenza di un colombario – un tipo di camera funeraria divisa in loculi per i corpi."

Anche in periferia quindi continuano a riemergere patrimoni legati all’antica storia della città. Quindi via alla scoperta della prossima necropoli, chissà magari si trova proprio in quella voragine dietro casa. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti