Sgomberato il campo nomadi di Villa Troili

Dopo l'intervento del 9 marzo l'intera area sarà bonificata e restituita alla città
Enzo Luciani - 12 Marzo 2007

Venerdi 9 marzo il campo nomadi di Villa Troili, che tanto aveva fatto parlare male di se, è stato finalmente sgomberato.

“Le persone che vivevano nel campo di Villa Troili – dichiara Veltroni – saranno accolte nei centri di accoglienza del Comune. Con questo trasferimento il campo, creato nel 2001 a seguito di un’ordinanza prefettizia, è definitivamente chiuso e l’intera area sarà bonificata e restituita alla città. Anche questa volta le operazioni di sgombero si stanno svolgendo nella massima tranquillità, grazie alla collaborazione della Polizia municipale, delle Forze dell’ordine, della Protezione civile e delle associazioni che assistono i rom”.

“Dopo anni e anni di dure battaglie, manifestazioni dei cittadini – dichiarano i consiglieri di AN del XVI municipio, Fabrizio Santori e Antonio Aumenta, – con migliaia di persone per le strade dei quartieri Bravetta e Pisana, altre proteste, incontri, riunioni, mancate promesse, denunce ed esposti. Ora hanno vinto i cittadini, i comitati di quartiere e la nostra azione politica (istituzionale e per le strade), con grave ritardo si è assistito ad un intervento importante per la riqualificazione dei nostri quartieri, finalmente si è deciso di dare ascolto alle migliaia di famiglie che chiedevano con insistenza lo sgombero del campo nomadi di Villa Troili e di conseguenza il ritorno alla legalità che sciaguratamente per troppi anni è stata negata.”

“Speriamo- concludono gli esponenti di AN – che ora si arrivi in tempi rapidissimi anche alla definitiva chiusura del Residence Roma altro fardello che pesa sulla testa degli abitanti del quadrante Bravetta-Pisana”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti