Stefano David e la sua ‘Metropolis’

Ultimo giorno di allestimento per il progetto del fotografo. In mostra alla Galleria Fondaco le stampe raffiguranti la Tangenziale Est, San Lorenzo, Casilino e Prenestino
di Mariangela Di Serio - 25 Ottobre 2011

E’ giunta al termine, la mostra fotografica di Stefano David, allestita dallo scorso 12 al 25 ottobre presso la Galleria Fondaco Arte Architettura, in via degli Zingari, 37 a Roma.
“Metropolis” è il nome dato dal fotografo al suo progetto, che si inserisce nel Festival Internazionale della Fotografia appena conclusosi nella Capitale e iniziato il 23 settembre scorso al Museo Macro di Testaccio.
Un progetto incentrato su Roma, la città dove l’artista è nato quarantuno anni fa e ha mosso i primi passi, diplomandosi come fotografo e stampatore presso l’Istituto di Scienza e Tecnica. Da settembre 2004 ha concentrato l’attenzione sugli spazi urbani della Capitale ed è proprio su questa osservazione e riflessione sulla realtà urbana contemporanea, che poi è nato e si è sviluppato il progetto “Metropolis”.

Le fotografie di David eseguite con la tecnica della multiesposizione in ripresa su pellicola in bianco e nero, ossia con scatti sovrapposti sullo stesso fotogramma con l’intento di inquadrare la città per poi allargare il punto di vista sui restanti spazi che la “Metropolis” propone.

Partendo dalla Tangenziale Est di Roma e concentrandosi sui quartieri San Lorenzo, Casilino e Prenestino Stefano David con le sue stampe ai sali d’argento su carta baritata non fa altro che darci una sua rappresentazione della città, con le sue luci, le macchine, i palazzi, e il suo caos. L’arte fotografica di David è l’antidoto contro la visione della Metropoli che sovrasta l’uomo e lo rende schiavo dei suoi ritmi e privo della sua identità.

Le opere degli ultimi anni sono state esposte in occasione di mostre collettive e personali entrando a far parte dell’archivio di diverse gallerie, come la personale alla Fortezza da Basso di Firenze nel 2007, la collettiva al Carcere di San Michele a Ripa di Roma nel 2009, la collettiva alle Scuderie Aldobrandini di Frascati nel 2009 e la personale alla Galleria Polifemo – La Fabbrica del Vapore a Milano dello scorso anno.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti