Striscione negazionista nel parco Rabin

Marino: "ferma condanna. Solidarietà alla comunità ebraica"
Redazione - 27 Gennaio 2015

Nel giorno della memoria Roma si risveglia con un’offesa che colpisce al cuore di coloro hanno vissuto l’orrore dello Shoah e di quanti oggi con commozione intendono ricordarla. L’offesa più profonda: il negazionismo. E’ questo parte del contenuto di uno striscione comparso stanotte all’interno del parco Rabin, nel II Municipio e firmato “Militia”. La scritta recita: “Olocausto menzogna storica!Hitler per mille anni!

“Esprimo la mia più ferma condanna contro lo striscione negazionista apparso nel parco Rabin oggi, in concomitanza con le celebrazioni del Giorno della Memoria”. Così in una nota il sindaco Marino. “Nel ’70esimo anniversario dalla liberazione dei campi di sterminio, il sedicente gruppo a firma Militia ha tentato di sfregiare il ricordo dell’Olocausto e della deportazione degli ebrei, ancora vivi nel cuore della nostra città. Questa amministrazione, ed io con lei, siamo in questo momento accanto alla Comunità Ebraica alla quale porgiamo la nostra solidarietà e quella di tutti i romani. Nella nostra città non c’è posto per provocazioni ignominiose, antistoriche e di bassa ignoranza”.

Uguale condanna dal presidente del II Municipio Gerace. “Esprimo tutta la mia indignazione per questo intollerabile atto che è un insulto alla comunità ebraica e a tutti i cittadini. Negare la veridicità dell’olocausto è un dolorosa offesa alla memoria delle vittime di quel terribile sterminio e dei sopravvissuti che sono la testimonianza storica di quanto è accaduto. Bisogna respingere con fermezza queste provocazioni e punire gli autori di questi gesti al fine di isolare tutti coloro che inneggiano all’odio e alla violenza”.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti