“Teatriamo in sicurezza”: i centri anziani debuttano tra socializzazione e intrattenimento

La presentazione del progetto mercoledì 29 aprile nella Sala del Consiglio del XIV Municipio
Giulia Felici - 29 Aprile 2015

“Teatriamo in sicurezza” è il progetto che sarà presentato, mercoledì 29 aprile, nella Sala Consiglio municipale, in via M. Battistini, 464, dal Municipio XIV in quanto vincitore dell’avviso pubblico “Bene in comune” indetto dalla Regione Lazio per la promozione dell’invecchiamento attivo.

1 (1)All’appuntamento interverranno l’assessore alle Politiche Sociali Barbara Funari, la presidente della Commissione affari sociali Silvia Ascani, il presidente dell’A.N.C.S. (Accademia Nazionale di Cultura Sportiva) Michele Panzarino, la coordinatrice del progetto Luisa Bianconi e infine il direttore artistico, attore e cantante Fabrizio Giannini.

Attivato in collaborazione con l’Accademia Nazionale di Cultura Sportiva, il progetto prevede la realizzazione di  alcuni spettacoli teatrali in cui gli anziani faranno da protagonisti. L’obiettivo delle rappresentazioni non sarà però solo quello dell’intrattenimento, ma anche e soprattutto, quello di informare ed educare una fascia importante della cittadinanza a pratiche ormai indispensabili per la vita di tutti i giorni.

Il filo conduttore che accomuna i diversi momenti del progetto sarà quindi il tema della sicurezza nella vita degli anziani: sicurezza in casa, sicurezza intesa anche come capacità di riconoscere e prevenire il fenomeno sempre più diffuso delle truffe, sicurezza nella salute in termini di alimentazione e attività motoria. Poche semplici abitudini spesso trascurate, adesso riscoperte sotto forma del divertimento e dello stare insieme coinvolgendo l’intera rete dei 9 Centri Anziani presenti nel territorio che contano complessivamente circa 7.300 iscritti.

Una forma di socializzazione e di intrattenimento che non sia solo divertente  ma anche utile. Un nuovo modo di incontrarsi, di confrontarsi e di scongiurare la solitudine e l’esclusione sociale nella popolazione più anziana nel nostro territorio.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti