Terrazze del Presidente, Giudici (Pdl): opportuno controllo anche ai Colli Portuensi

Per sincerarsi della regolarità dei permessi e delle concessioni per la costruzione del plesso immobiliare di via Isacco Newton
Comunicato stampa - 31 Dicembre 2008

“Ritengo sia opportuno sincerarsi della eventuale regolarità dei permessi e delle concessioni rilasciate per la costruzione del plesso immobiliare Le Terrazze del Presidente di via Isacco Newton, nel quartiere Colli Portuensi. Appare infatti evidente, in primis, che il criterio urbanistico con il quale è stato concepito e si sta realizzando il plesso, presenta delle stridenti difformità rispetto ai criteri adottati fino ad ora per la costruzioni degli immobili preesistenti, si considerino ad esempio le quote, che raggiungono l’altezza di 9 piani a fronte dei 5 o 6 piani raggiunti dagli immobili circostanti”. Lo dichiara in una nota Marco Giudici, consigliere del Municipio XVI del Popolo della Libertà a seguito del sequestro del complesso residenziale Le Terrazze del Presidente di Acilia.

“La cittadinanza di via Newton e dei Colli Portuensi – prosegue Giudici – è sul piede di guerra ormai da tempo, perché il nuovo plesso cancellerà il panorama dei dirimpettai e aggiungerà nuovo cemento a un quartiere che invece chiede verde e punti di aggregazione. Inoltre, i pochi spazi verdi della zona sono stati colpiti dalla speculazione edilizia. Il Municipio XVI, durante la discussione del piano regolatore, aveva chiesto che l’area verde fosse messa a disposizione del quartiere, invece è stato approvato il progetto per la costruzione della megastruttura attualmente in fase di ultimazione. Numerosi poi sono stati i reclami sul prezzo di vendita, che raggiunge anche i 9000 euro al metro quadro”.

“Purtroppo anche questo è un lascito della politica dell’ex sindaco Veltroni, che a fronte dell’emergenza abitativa e della carenza di spazi verdi, rispondeva con blocchi di cemento extralusso. Oggi chiedo, a nome della cittadinanza residente, che la Procura della Repubblica estenda le indagini avviate ad Acilia, anche all’omonimo plesso di via Isacco Newton, per una verifica delle concessioni e della conformità di queste alle opere che si stanno realizzando. Per il futuro – conclude Giudici – mi auguro che progetti analoghi a questo vengano bloccati sul nascere”.

Farmacia Federico consegna medicine

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti