Un primo impegno per la Pista di atletica A. Nori di Tor Tre Teste

Da parte dell'Assessore capitolino allo Sport Onorato, dopo la raccolta di firme (che prosegue) per richiedere la manutenzione straordinaria

La partenza a razzo con numerose adesioni della raccolta firme online (che prosegue) per richiedere la manutenzione straordinaria della Pista di Atletica del campo Nori di Tor tre Teste, registriamo che anche per l’interessamento  dell’assessore municipale con delega allo Sport Marco Ricci è stato ottenuto un primo importante impegno da parte dell’Assessore capitolino con delega allo sport On.le Alessandro Onorato.

Lo portiamo a conoscenza di quanti hanno raccolto l’appello a firmare la petizione online per chiedere a Municipio e Campidoglio un intervento straordinario sulla pista di atletica purtroppo da diverso tempo diventata pericolosa e inutilizzabile.

Adesso con l’approvazione del bilancio di previsione 2024-2026 e la richiesta di 100.000 euro per incarichi professionali esterni indispensabili alla progettazione degli interventi di riqualificazione c’è qualcosa in più di un auspicio per rivedere entro il 2024 la pista di atletica del Nori tornare performante e all’iniziale funzione per una fetta di città, quella di Roma est, più popolosa della città di Palermo.

Un commento su “Un primo impegno per la Pista di atletica A. Nori di Tor Tre Teste

  1. Da quanto emerge questa richiesta di stanziamento riguarda una richiesta di messa a bilancio di servizi di progettazione che sono propedeutici ala definizione di un Capitola Tecnico per una futura gara per lavori.
    Questo significa che:
    – dovranno essere inseriti quei fondi per questa attività di progettazione
    – dovranno poi essere indetta una procedura negoziata o una richiesta di preventivi per individuare la società ed il professionista che svolgerà questo servizio di progettazione
    – avuto il capitolato tecnico bisognerà attendere i fondi a bilancio per i lavori
    – avuti i fondi bisognerà procedere con una gara aperta per individuare l’operatore economico che svolgera i lavori (il nuovo codice degli appalti prevede fino a 9 mesi per la chiusura di una procedura di questo tipo)
    – solo alla fine di questo processo potranno iniziare i lavori.

    Ciò significa che nella migliore delle ipotesi bisognerà (assegnazione del budget per la.progettazione, tempi previsti per la procedura negoziata, assegnazione budget lavori e tempi previsti per la procedura aperta) attendere ben oltre il 2024 per il solo inizio dei lavori.
    Vediamo nel 2025…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati