Vlad Ciobanu ci ha lasciato

In lutto per la sua prematura scomparsa il mondo dell’arte e della cultura romena, la comunità romena e moldava a Roma
Federico Carabetta - 27 Novembre 2020

Il mondo dell’arte e della cultura romena, la comunità romena e moldava a Roma, si duole per la perdita di Vlad Ciobanu il 22 novembre 2020, che ci ha lasciato a soli 53 anni. Ciobanu, notissimo in Romania come “persona rara”, attore, interprete di importanti progetti oltre che ruoli teatrali, è stato guida ed insegnante di futuri attori e registi dell’Accademia di Musica Teatro e Belle Arti di Chisinau.

Nato nel 1967 a Floresti, Repubblica di Moldova, si è spento nella sezione Covid in un ospedale di Iasi, Dolore e incredulità hanno colpito parenti, amici e tutti coloro che l’hanno conosciuto, stimato, amato per il grande talento, la dedizione all’arte teatrale, l’amore per la sua terra, i suoi cari, la lingua e la cultura romena. Ricoverato in gravi condizioni è stato purtroppo vinto dal Coronavirus.

Vlad Ciobanu è stato direttore generale del National Center for Art Education. La notorietà è dovuta per la sua interpretazione nel film “Luceafarul”  diretto da Emil Loteanu (1987) oltre che per aver interpretato in teatro Amleto, Macbeth e Don Juan e per la prima volta il grande poeta Eminescu.

La presidente eletta della Repubblica di Moldavia, Maia Sandu, in un messaggio tributo sulla sua pagina Facebook, scrive che Vlad Ciobanu deve essere ricordato “come l’eterno attore desideroso di arricchire il mondo del teatro e portare nuovi progetti”.

La Redazione di Abitare a Roma si unisce al dolore dei familiari di Vlad Ciobanu ed in particolare del fratello Vitale Ciobanu e della cognata Tatiana Ciobanu, fine poetessa che, nello scorso settembre, ha partecipato alla Rassegna Poeti nelle lingue del Mondo a Roma tenutasi nell’ambito de L’Arte del Portico a Colli Aniene.

 

 

Adotta Abitare A

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti