9 Settembre 1349… Roma, il terribile terremoto

Almanacco di Roma a cura di Stefano Crivelli - 9 Settembre 2019

Il 9 Settembre del 1349 Roma è colpita da un forte terremoto (probabilmente l’evento sismico più grande nella città di cui si ha notizia) con origine nell’Appennino Centrale (nell’Aquilano).

Vengono distrutti il campanile della Basilica di San Paolo, una parte della Torre delle Milizie, molte case del Laterano e dei Rioni limitrofi.

Si registrano danneggiamenti anche alla Basilica di San Giovanni in Laterano, a San Pietro in Vaticano, all’Anfiteatro Flavio, all’Arco di Costantino, alla Basilica di Massenzio ed al Pantheon.

Roma nel XIV Secolo

RomaXIVSecolo

Almanacco del 9 Settembre

1598      Francesco Cenci, nobile romano, viene ucciso a martellate e bastonate nel Castello di Petrella Salto, presso Rieti, dal guardiano del Castello Olimpio Calvetti e dal boscaiolo Marzio Catalano su mandato della figlia Beatrice e con la complicità della matrigna Lucrezia Petroni e dei fratelli Giacomo e Bernardo.

1726      Inaugurazione del Bosco Parrasio (graziosa palazzina neoclassica progettata dall’architetto Antonio Canevari e dall’allievo Nicola Salvi e donata da Giovanni V di Portogallo), sede dell’Accademia dell’Arcadia, con la celebrazione dei Giochi Olimpici in onore del munifico regnante.

1833      All’interno del Pantheon (alla presenza del notaio Apolloni e di alte personalità della Congregazione dei Virtuosi del Pantheon, dell’Accademia di San Luca e dell’Accademia di Archeologia) iniziano gli scavi che porteranno, 5 giorni dopo, al rinvenimento delle ossa che si ritengono appartenere a Raffaello.

1943      All’alba il Re, Badoglio e un gruppo di funzionari e generali fuggono da Roma, abbandonando a se stesse le truppe italiane ormai allo sbando. Si intensificano i combattimenti. I soldati italiani (cui si sono uniti gruppi di civili) resistono all’urto tedesco alla Montagnola, alla Magliana, lungo la Via Ostiense. Verso sera sono costretti a ripiegare cedendo le posizioni sulla Via Appia, sulla Casilina e sulla Prenestina.

1981      Marco Pannella, per protestare contro la supposta violazione del diritto di informazione, si introduce nello studio RAI dove era in corso il Tg2 insieme a Roberto Cicciomessere e Marcello Crivellini, imbavagliato e con indosso un cartello-sandwich che espone i motivi della protesta.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti