Accoltellati perché volevano dormire

A piazza degli Zingari due residenti del rione Monti sono stati feriti mentre reclamavano il loro diritto al sonno
di Maria Giovanna Tarullo - 31 Luglio 2009

Spesso i residenti dei quartieri più centrali di Roma denunciano i disagi, causati dalla "movida" romana. Ma questa volta a farne le spese sono stati due uomini, che per una semplice richiesta di abbassare la voce hanno rischiato la vita.

Nella serata di giovedi 30 luglio i due uomini residenti in via Urbana, nel cuore del quartiere Monti, infastiditi dalle urla di tre ubriachi di nazionalità sudamericana sono scesi da casa nell’adiacente piazza degli Zingari per chiedere di interrompere gli schiamazzi nottorni sotto le loro finestre.

Però i tre sudamericani in evidente stato di ebbrezza si sono scagliati armati di coltello contro i due romani di 47 e 48 anni, che hanno riportato varie ferite.
Sono stati poi trasportati all’ospedale San Giovanni; il primo ha riportato numerose ferite alla gamba destra, la più profonda ha reciso il tendine rotuleo del ginocchio; mentre il secondo è stato colpito alla spalla sinistra e al dito di una mano. I due hanno avuto una prognosi rispettivamente di 10 e 8 giorni.

Sul posto sono subito intervenuti i carabinieri di Roma-Viminale, che stanno svolgendo indagini per rintracciare gli aggressori.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti