‘Africa? Una Nuova Storia’ al Complesso del Vittoriano

Bondi: La mostra del Vittoriano un autentico ponte tra Europa e Africa
di Patrizia Miracco - 19 Novembre 2009

Da giovedì 19 novembre 2009 a domenica 17 gennaio 2010, ottanta opere di arte contemporanea africana nel salone centrale del Complesso del Vittoriano. Sculture, dipinti e video di 30 artisti di generazioni diverse, provenienti da oltre 20 Paesi dell’Africa Sub-Sahariana, sono raccolti nella mostra ‘Africa? Una nuova storia’.

“Coltivavo dentro di me da molto tempo l’idea di questa mostra – spiega Sandro Bondi, ministro per i Beni e le Attività Culturali, durante la conferenza stampa di apertura della mostra – perché l’Africa è all’origine della nostra storia e l’Africa oggi rappresenta una sorgente di spiritualità e di amore per la vita, inoltre perché noi conosciamo poco la storia di questo Paese e sicuramente l’occasione migliore di conoscere l’Africa è attraverso l’opera dei suoi artisti”.

“La mostra del Vittoriano è quindi un autentico ponte tra Europa e Africa, – conclude il ministro Bondi – in cui i due continenti dialogano nel nome dell’arte e dei valori essenziali della nostra civiltà, e non a caso è stata voluta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri”.

La mostra è articolata in due sezioni: la prima, ‘La Collezione Pigozzi di Arte Contemporanea Africana’, un’antologia di opere di artisti raccolti nella più celebre e grande collezione presente nel mondo di arte contemporanea africana. Artisti che dal semplice spunto di vita quotidiana, tra credenze e sogni, trovano interesse e consenso di un pubblico internazionale. La seconda sezione, ‘Artisti Africani’, mostra lavori scelti in collaborazione con alcune Ambasciate dei Paesi dell’Africa sub-sahariana.

In queste opere d’arte, che utilizzano un mezzo espressivo universale, condiviso da individui di origini diverse, sono affrontati con un linguaggio nuovo e puro problemi dei nostri tempi. E’ evidente che è un continente che sta cambiando, un continente che è pronto anche ad offrire opportunità economiche e sociali al mondo.

André Magnin, curatore dell’esposizione, ha definito “Opere straordinarie e libere che associano storia, memoria e scambi e partecipano alla scrittura di una nuova storia. ‘Africa? Una Nuova Storia’ allarga gli orizzonti geografici dell’arte e rappresenta al tempo stesso un terreno nel quale Europa e Africa sono chiamate a riscoprire le loro radici comuni, per andare insieme incontro al futuro”.

L’orario per visitare la mostra è dal lunedì al giovedì 9.30 – 19.30; venerdì e sabato 9.30 – 23.30; domenica 9.30 – 20.30 con ingresso gratuito. Per informazioni tel. 06/6780664.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti